Maltempo, cede il tetto della mensa scolastica a Cadeo. Si lavora per ripristinare l’energia elettrica a 900 famiglie

E’ proseguita nella giornata l’attività di monitoraggio del Centro Coordinamento soccorsi, coordinato dal Prefetto Daniela Lupo. Al centro le criticità conseguenti alla copiosa nevicata che ha interessato il territorio provinciale ed il capoluogo.

Incessante l’attività dei Vigili del Fuoco, con l’ausilio dei volontari di protezione civile nella gestione delle difficoltà connesse alla caduta di rami, pali e nel cedimento del tetto di una tensostruttura in comune di Cadeo adibita a mensa per alunni delle primarie.

blank

Gli enti gestori delle strade, pur alla luce delle difficoltà connesse alla circolazione stradale soprattutto nella mattinata di ieri, non hanno ritenuto che ricorressero le condizioni né per la chiusura delle stesse né per l’adozione di specifici provvedimenti di interdizione alla circolazione dei mezzi pesanti anche sulla viabilità ordinaria; tutta la viabilità è stata ritenuta sempre percorribile sia pure con le dovute, necessarie cautele. Restano problematiche di circolazione su alcune provinciali della pianura SP57, SP58 e SP41.

Famiglie senza energia elettrica

Anche oggi il personale di ENEL si è impegnato a risolvere le criticità connesse all’interruzione dell’erogazione di energia elettrica in vari comuni del territorio. Dopo un’iniziale riduzione a 200 utenze disalimentate nella serata di ieri, nella notte ha visto registrare nuovi guasti che hanno portato questa mattina ad avere 900 utenze distaccate. In particolare la situazione più significativa di distacchi in termini assoluti si registra nei comuni di Bobbio, Ferriere e Morfasso che tuttavia sono in corso di risoluzione entro la serata, salvo puntuali utenze distaccate che potrebbero restare in coda fino a domani. Enel ha assicurato un lavoro significativo mantenendo costanti i rapporti con i Sindaci anche delle altre zone maggiormente interessate (Alseno, Besenzone, Cadeo, Caorso, Fiorenzuola e Villanova) nonché con la Prefettura e con l’Agenzia regionale di Protezione civile per valutare tutti gli interventi del caso.

Non sono emerse tuttavia situazioni di famiglie isolate o comunque di soggetti particolarmente fragili che, a seguito anche dell’interruzione dell’erogazione di energia elettrica, avessero difficoltà significative e/o comunque salvavita né tantomeno richieste di mezzi e uomini.

“Mantenere alta l’attenzione”

Il Prefetto ha sensibilizzato i comuni e gli enti proprietari/gestori delle strade a prestare la massima attenzione ad alberi e pali caduti o pericolanti, alle necessarie attività preventive per contenere o ridurre la formazione di ghiaccio sulle strade e garantire la transitabilità delle strade nonché a prevedere una comunicazione puntuale ed aggiornata nei confronti della cittadinanza e dell’utenza mediante social media, mass media e messaggistica (PMV etc.).

Alta l’attenzione delle Forze di Polizia nell’attività di vigilanza nell’ambito dei servizi di controlli previsti e di tutte le componenti a garantire un costante flusso informativo tra le sale operative e tra queste e la Prefettura ed i reperibili dei vari Enti.

Il CCS resterà operativo con riunioni periodiche fino a cessata emergenza

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank