Piacenza calcio, Scianò: “Il campionato finirà. Alcuni cicli finiscono ma ringrazio tutti” – AUDIO

piacenza calcio, marco scianò

L’assemblea in pancia alla serie C, svoltasi giovedì 7 maggio, ha deliberato una decisione netta e precisa: il campionato deve finire.
Marco Scianò, direttore generale del Piacenza calcio, ha parlato ai microfoni di RadioSound della situazione. I biancorossi stanno già guardando al futuro, soprattutto in ottica mercato con delle partenze eccellenti.

Le parole di Marco Scianò ai microfoni di RadioSound

blank

Radio Sound blank blank blank blank

“Quella di ieri (giovedì, ndr) è stata un’assemblea molto partecipata. Con il vice presidente Roberto Pighi abbiamo assistito alla quasi unanimità delle idee, che poi passeranno alla decisione-ultima del consiglio federale che si terrà settimana prossima.
Vogliamo terminare il campionato 2019/20 per oggettive impossibilità a proseguire. Monza, Vicenza e Reggina faranno il salto in serie B, le retrocessioni saranno bloccate, ed il Carpi dovrebbe essere la quarta promossa per rendimento sportivo”.

E’ battaglia per la quarta posizione

La quarta posizione fa gola a tanti, soprattutto per il compenso economico. La media punti viene calcolata sulle partite giocate, come da normativa UEFA e FIFA, quindi probabilmente verrà premiato il Carpi. Ci saranno battaglie e ricorsi, ma è anacronistico svolgere i playoff. Si parla di responsabilità penale dei presidenti, perché il virus è equiparato ad un infortunio sul lavoro. Per il futuro (stagione 2020-2021) serviranno nuove regolamentazioni e nuovi format per la serie B e la serie C”.

Addii importanti in casa Piacenza calcio (Mattessi, Pergreffi)

“Credo fortemente nella programmazione, per cui di fronte a questo scenario economico saremo costretti a compiere delle scelte nette. Alcuni cicli sono finiti, quindi bisogna riprogrammare un club per essere sostenibili e propositivi nel futuro. Esserci sarà già importante, e vedrete che sarà un’estate di lacrime e sangue.

Ci tengo a fare un ringraziamento grande, che parte da Matteassi ed arriva ai giocatori passando per lo staff tecnico. Tutti hanno capito questa linea necessaria, che è stata fatta per lasciare nuove opportunità e per conquistare un vantaggio nella programmazione del futuro”.

Nel futuro arriverà una serie C Elite?

“La C di oggi si basa sulla non-sostenibilità. Io sono disponibile ad ascoltare qualsiasi tipo di format se prima mi spiegano le coperture. La serie C Elite sarebbe un sottogruppo, però è necessario sapere i contributi prima di partire. Bisogna fare una riforma affinché ogni Lega abbia delle risorse sostenibili”.

L’intervista completa a Marco Scianò, direttore generale del Piacenza calcio

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank