Piano di zona 2019, stanziati fondi per quasi 320 mila euro

Piacenza 24 WhatsApp

Il processo di elaborazione del Piano di zona – Attuativo 2019 ha fatto un decisivo passo in avanti; con l’approvazione in sede di Comitato di Distretto e il successivo recepimento da parte della Giunta comunale delle scelte di natura finanziaria. Ma anche dell’articolazione del programma distrettuale in progetti e interventi.

“Le risorse disponibili per la programmazione di quest’anno sono diminuite; questo a causa della riduzione dei trasferimenti nazionali. Ma l’impegno garantito dall’Amministrazione comunale ha permesso di assicurare la sostanziale continuità degli interventi già in essere, dando contestualmente impulso ad alcune azioni innovative”. Lo spiega l’assessore ai Servizi Sociali Federica Sgorbati.

Area servizi per i minori

Nell’area dei servizi per i minori e a sostegno delle responsabilità familiari, si è mantenuto costante il livello degli interventi domiciliari socio-assistenziali e socio-educativi; nonché l’impegno per i collocamenti extrafamiliari di minori a rischio. L’amministrazione ha stanziato poi risorse destinate – sempre come compartecipazione – all’erogazione di voucher di sollievo per le famiglie numerose.

Progetti per il periodo estivo

Sono presenti risorse dedicate alle attività nel periodo estivo, con uno specifico progetto in collaborazione con la Fondazione di Piacenza e Vigevano, potenziando inoltre le risposte alla crescente domanda di servizi e opportunità a sostegno delle responsabilità genitoriali, fin dalla fase della gravidanza e dei primi anni di vita del bambino.

“Abbiamo introdotto – aggiunge Federica Sgorbati – anche una previsione di stanziamento di risorse comunali che ha ad oggetto interventi di tipo educativo nel perimetro del quartiere Roma”.

Contrasto alla povertà

Analogo impegno nell’area del contrasto alla povertà e all’esclusione sociale, dando sostegno a interventi cruciali per il sistema di offerta: dall’accoglienza diurna ai servizi di accompagnamento e supporto all’inclusione socio-occupazionale, sino alla promozione di attività responsabilizzanti per l’aiuto al raggiungimento dell’autonomia economica, nonché ulteriori risorse per il servizio di accompagnamento all’autonomia abitativa.

L’amministrazione ha garantito un particolare contributo all’avvio della gestione ordinaria dell’Emporio Solidale. Anche nello specifico programma di azioni volte all’umanizzazione della pena e al reinserimento sociale delle persone detenute è prevista una scheda-intervento.

Sostanziale continuità, infine, per le azioni mirate alla promozione di stili di vita sani e di prevenzione del disagio, con particolare riferimento alla condizione dei giovani e degli adolescenti, nonché agli interventi di sostegno al sistema scolastico.

“Complessivamente, per il 2019 – rimarca l’assessore Sgorbati – negli ambiti citati abbiamo messo a disposizione quasi 320 mila euro, a dimostrazione di un’attenzione al territorio, e alle necessità di chi ha bisogno di assistenza, che si fonda su politiche concrete e su precise priorità nell’assegnazione delle risorse, dalla famiglia alla scuola, con l’obiettivo di contrastare tutte le forme di disagio economico e sociale che rischiano di favorire fenomeni di esclusione”.

Radio Sound
blank blank