Raccolte fondi per l’emergenza Covid, quasi 514 mila euro raccolti da oltre 7300 cittadini: “Un risultato incredibile” – AUDIO

blank

Oltre 7300 cittadini coinvolti, per più di mezzo milione di euro di fondi raccolti. Durante l’emergenza coronavirus, le piattaforme on line hanno mostrato il loro potenziale, permettendo a migliaia di persone di contribuire a sostenere la sanità piacentina. Per esprimere il “grazie” di tutti gli operatori e per illustrare come sono stati utilizzate le donazioni, il direttore generale Luca Baldino ha incontrato i promotori delle piattaforme di crowdfunding che, dalla fine di febbraio a oggi, hanno raccolto fondi per gli ospedali del territorio.  

Le raccolte fondi

blank

Radio Sound blank blank blank blank

Elisa Ghezzi ha avviato una raccolta fondi sulla piattaforma Gofundme il 7 marzo scorso.

“Non essendo medico o infermiere, da privata cittadina, mi sono chiesta: cosa posso fare per la mia città? L’unico aiuto che potevo dare era un contributo economico. E così ho avviato questa raccolta fondi. Inizialmente pensavo di coinvolgere amici e parenti, di arrivare a circa mille euro. Però ho sottovalutato il potere dei social e siamo arrivati a raccogliere 332.699 euro donati da 5800 persone. Non me lo sarei mai aspettata”.

Ma Elisa non è l’unica. Luca Tiramani ha raccolto 8.809 euro con l’iniziativa “Riparty Piacenza”. Jonathan Ghilardelli ha raccolto 6.282 euro con la raccolta “Respiratore per l’ospedale di Fiorenzuola”. Akshay Adheen ha messo insieme 6.231 euro per aiutare l’ospedale di Castel San Giovanni. La Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali ha raccolto 1.000 euro, Rebecca Ricifari 744 euro, Roberto Reale 370 euro. Anche l’Ausl di Piacenza ha avviato la raccolta “Io sostengo il mio ospedale”: all’iniziativa hanno aderito 1048 cittadini per un totale di 157.734 euro.

“Questa tragedia ha mostrato il grande senso di comunità dei piacentini”, commenta Luca Baldino. “Abbiamo voluto incontrare la stampa questa mattina perché vogliamo rendicontare come abbiamo speso questi soldi, la generosità dei donatori necessita trasparenza. Il sito dell’azienda riporta nel dettaglio come ogni singolo euro è stato speso. In generale parliamo di attrezzature mediche utili per affrontare questa emergenza sanitaria”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank