Seconda stagione di concorsi: quasi 21 mila domande alle selezioni per 715 posti in tutta l’Emilia Romagna

rigenerazione urbana, Contrastare marginalità e solitudine

Quasi 21mila candidati in corsa per 715 nuovi posti di lavoro disponibili nelle Pubbliche amministrazioni dell’Emilia-Romagna.

blank

Oltre il 54% dei candidati, nei 12 concorsi messi in campo dalla Regione Emilia-Romagna insieme ad Agenzie regionali e Comuni, sono donne che insieme ai colleghi contribuiranno a completare le assunzioni previste per il triennio 2019-2021. Tra coloro che parteciperanno alle prove concorsuale l’età media è di 32 anni.

La Regione capofila per le procedure concorsuali, dunque, secondo uno schema di assunzioni che vedrà selezionare i candidati per diversi profili professionali. Parte di essi saranno destinati alla Regione, circa 300, e gli altri (oltre 400) a Polizie locali di Comuni e Province, Protezione Civile, struttura Commissariale per la ricostruzione, Comuni e Unioni di Comuni del cratere sisma, Er.Go, Agenzia regionale per il Lavoro, Arpae e Città Metropolitana di Bologna

Una seconda stagione di selezioni, rivolta a laureati e diplomati, che dal 21 giugno al 27 luglio si svolgeranno, online a distanza: i candidati, in buona parte dei casi, dovranno quindi possedere Pec, Spid e firma digitale.
L’esito di questa tornata concorsuale porterà alle assunzioni, in Regione e negli altri enti, da Piacenza a Rimini, tra ottobre a dicembre 2021.

“Una adesione rilevante, con numeri importanti ma che non ci spaventano. Con i concorsi unici regionali-afferma l’assessore regionale al Bilancio e al Personale, Paolo Calvano– continua il ricambio generazionale con l’introduzione di nuove figure professionali, il superamento del precariato, la valorizzazione del personale regionale con progressioni di carriera e si supera il lavoro interinale presso il Commissario per la ricostruzione e in tutti i Comuni interessati. Un importante investimento sul capitale umano puntando ancora una volta su giovani e persone motivate e preparate che con il loro lavoro e la loro professionalità contribuiranno ad affrontare in tutta l’Emilia-Romagna le sfide e le opportunità che arriveranno dal Next Generation EU: così saremo ancor più pronti a gestire risorse, progetti e cantieri”.

“Quello messo in campo è comunque uno sforzo senza precedenti che- aggiunge Calvano– alla sola Regione consente di proseguire il proprio processo di rinnovamento dell’organico, con 300 nuovi ingressi che vanno ad aggiungersi alle 530 assunzioni già realizzate da gennaio 2021, portando di fatto a oltre un terzo di nuovi dipendenti complessivi. Al contempo saremo in grado di soddisfare la necessità di selezionare personale per altri enti emiliano-romagnoli. Assunzioni, che proseguiranno nel 2022 e 2023 per contribuire ad un ricambio generazione superiore al 40% degli organici, così per fare fronte anche agli impegni del Pnrr”. 

I profili a concorso

Le assunzioni riguarderanno agenti di Polizia Locale per Comuni, Unioni e Provincetecnici per la Protezione Civile, di personale per la struttura Commissariale e i Comuni ed Unioni del cratere per il completamento delle attività di ricostruzione post sisma e per gli interventi di contrasto al dissesto idrogeologico, nonché personale amministrativo per Er.GoAgenzia regionale per il LavoroArpae Città Metropolitana di Bologna.

I candidati, tutti i numeri

Delle 20.922 iscrizioni al concorso, 11.367, il 54.3%, sono donne e 9.555, il 45.7%, sono uomini. Tra i concorsi quello con il maggior numero di partecipanti è quello per l’assistente amministrativo contabile, per il quale sono state presentate oltre 9.500 domande per 99 posti.

Mentre, sempre rispetto gli iscritti, per gli altri concorsi si registrano questi dati: per il tecnico progettista in campo ambientale, 1938 domande per 42 posti; per tecnico agro-forestale, 1587 domande per 14 posti; per lo specialista fitosanitario, 175 domande per 25 posti; per gli agenti di polizia locale, 3107 domande per 154 posti. Per la ricostruzione sisma il profilo da istruttore amministrativo ha raccolto 1802 domande per 81 posti; l’istruttore tecnico 742 domande per 96 posti; il funzionario amministrativo-contabile 1389 domande per 43 posti; il funzionario amministrativo-contabile 1391 domande per 43 posti e il funzionario tecnico 557 domande per 90 posti.

Per le selezioni riservate a chi è già all’interno dell’amministrazione, ecco i numeri. Per assistente amministrativo-contabile 77 domande per 50 posti, per tecnico progettista in campo ambientale 8 domande per 5 posti e per tecnico agro-forestale 14 domande per 16 posti.

Per questi ultimi concorsi interni le prove si faranno in presenza il 1 e 2 luglio prossimi.

Il portale dedicato

Tutte le informazioni per i partecipanti sono on line, dal giovedì 17 giugno, su portale ‘Lavorare in Regione’: http://www.regione.emilia-romagna.it/lavorare-in-regione).

Il portale, oltre al dettaglio sui concorsi stessi, fornisce anche una panoramica sulle opportunità legate al lavorare in Regione Emilia-Romagna.

Una sezione è dedicata al welfare aziendale (asilo nido, polizza sanitaria e agevolazioni per la mobilità). Un altro link è sulla crescita professionale dove sono riassunte le opportunità formative. Infine, tutte le nuove modalità di lavoro (smart working, telelavoro e strumentazione tecnologica per i dipendenti) sono descritte nella sezione Tempi di vita/lavoro e digitale. 

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank