Angelo Peveri si è consegnato per essere portato al carcere Le Novate

Angelo Peveri

Angelo Peveri e il suo dipendente Gheorge Botezatu si sono presentati nel tardo pomeriggio del 19 febbraio alla stazione dei Carabinieri per essere trasferiti al carcere Le Novate. L’imprenditore è stato condannato a 4 anni e 6 mesi per tentato omicidio di carcere mentre il suo dipendente a 4 anni e 2 mesi per tentato omicidio in concorso.

L’abbraccio dei Sindaci di 5 comuni della Valtidone. AUDIO intervista a Lucia Fontana

La vicenda risale al 5 ottobre 2011. In quella occasione l’imprenditore piacentino esasperato dai numerosi furti subiti in cantiere ferì gravemente un ladro romeno intento a rubare del gasolio alla Mottaziana di Borgonovo. 

La Suprema Corte nei giorni scorsi ha confermato la condanna di 4 anni e 6 mesi di reclusione ad Angelo Peveri. Nonostante il Procuratore Generale della Cassazione avesse chiesto di accogliere il ricorso della difesa. In particolare di rinviare nuovamente alla corte di Appello per un nuovo esame.

La figlia Martina Peveri “Momento difficile, ma l’importante è rimanere lucidi e affrontare le cose giorno per giorno”AUDIO

Intanto a Piacenza, ma anche in tutta Italia, il caso continua a far discutere. Radio Sound si occuperà della vicenda venerdì 22 febbraio all’interno dello spazio La Voce dei Piacentini. Invece mercoledì 20 febbraio alle 9 30 sarà ospite di Gigi Zini la Parlamentare della Lega, Elena Murelli.

La difesa della proprietà privata è sempre legittima? La Voce dei Piacentini