Arresto cardiaco sul treno Frecciarossa, 68enne salvato col defibrillatore: “Grazie al modello Piacenza”

blank

Colpito da arresto cardiaco mentre viaggia sul treno, salvato col defibrillatore. E’ accaduto nei giorni scorsi sul treno Frecciarossa diretto a Milano. Renato Clemente, imprenditore 68enne di Frosinone, stava viaggiando a bordo del convoglio quando è stato colto da arresto cardiaco. Subito il personale di bordo ha messo mano al defibrillatore di cui il treno è dotato e ha salvato la vita all’uomo. Subito dopo, il treno ha effettuato una fermata d’emergenza alla stazione di Piacenza dove ad attendere il 68enne c’erano i medici del 118 che lo hanno condotto al pronto soccorso.

La presenza di un defibrillatore a bordo del treno e il personale delle Ferrovie addestrato all’utilizzo dei dispositivi salvavita: l’ennesima conquista da parte di Progetto Vita. L’associazione presieduta da Daniela Aschieri, infatti, ha organizzato, e organizza tuttora, corsi di addestramento per il personale delle Ferrovie: a bordo di quel Frecciarossa era presente proprio uno dei 300 dipendenti formati.

“Progetto Vita ha organizzato corsi a Milano, Roma e Napoli per formare gli operatori delle Ferrovie, il fatto che Renato si trovasse proprio nei pressi di Piacenza è qualcosa di significativo, come a dimostrare che la nostra è davvero la città della cardioprotezione. Siamo orgogliosi”, ha detto Daniela Aschieri.

Possiamo proprio dire che Renato è stato salvato proprio grazie al modello Piacenza.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank