Barbieri: “Miope non vagliare l’opportunità di un nuovo parcheggio nell’ex silos di Via X Giugno”

blank
Piacenza 24 WhatsApp

A fronte dell’assordante silenzio con cui Sindaco e maggioranza hanno accolto in Aula il mio invito a valutare l’opportunità di manifestare interesse per l’asta dell’ex silos di Via X Giugno, in stato di abbandono da anni, al fine di realizzarci un parcheggio, il primo cittadino ha evidentemente ritenuto di non rispondermi in aula preferendo esternare il proprio pensiero ai giornalisti. Apprendo così dalla stampa delle diverse contrarietà espresse dal Sindaco, tali da configurare anche su questa operazione un malinconico ed immediato de profundis, e alle stesse mi permetto nella stessa forma di replicare.

Spiace constatare, infatti, come, oltre alla forma, anche il contenuto delle argomentazioni del Sindaco non siano condivisibili. Mi sarei infatti aspettata sul punto un serio confronto tra Comune e AUSL e non un semplice “non è fattibile”. Con l’allora Direttore Generale Baldino vi è sempre stata la consapevolezza delle criticità legate ai parcheggi nella zona di Barriera Milano, poiché in quel contesto gli spazi che dovrebbero servire alla collettività sono di fatto impiegati per rispondere in primis alle esigenze legate ai dipendenti e agli utenti AUSL com’è naturale che avvenga.

Per queste ragioni, all’epoca, si era valutata la possibilità di considerare, non appena se ne fossero presentate le condizioni, l’eventuale realizzazione di un parcheggio nello scheletro di Via X Giugno in modo da rispondere alle esigenze di AUSL con l’individuazione di spazi riservati ai propri dipendenti, implementandosi altresì la disponibilità di posteggi per l’utenza privata.

Ecco perché mi sarei aspettata una seria riflessione sul punto.

Evito poi commenti sul tema del costo di demolizione avanzato dal Sindaco come ostacolo all’acquisizione, visti i 18 milioni di euro di avanzo di bilancio e l’ingiustificato aumento delle tasse imposto dal centrosinistra ai piacentini. Senza considerare come l’Amministrazione si sia avventurata, con l’operazione di Piazza Cittadella, in un progetto che è sicuramente più gravoso per la comunità, e non solo economicamente.

A fronte di questi deboli argomenti mossi per non considerare neppure l’idea di un approfondimento, il primo cittadino dichiara di attendere se ci sarà qualche “interessato” all’asta. Nell’augurare alla città di Piacenza che tale soggetto non sia quanto meno interessato a costruirci un supermercato, trovo davvero poco lungimirante non cogliere questa opportunità di verifica, rischiando che tra qualche anno su quell’area vi sia una nuova cementificazione – sia essa abitativa, di servizi, uffici o commerciale – con una ulteriore richiesta di posti auto per tutta la zona.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank