Borgonovo apre la decima edizione del Valtidone Wine Fest

Borgonovo ha ufficialmente aperto la decima edizione del Valtidone Wine Fest, la più grande rassegna dedicata al vino piacentino. Come sempre a braccetto con il vino (questa prima tappa dedicata all’Ortrugo) era la festa della chisöla (la focaccia con i ciccioli). Festa giunta alla sua 53esima puntata; come ha ricordato Carlo Cavallari, presidente della Pro Loco, quest’anno ha ottenuto anche il titolo di Sagra di qualità.

E’ stato il sindaco di Borgonovo, Pietro Mazzocchi, a tagliare il nastro – alla presenza di autorità e sponsor – e dare il via ai brindisi. Brindisi che per tutto la giornata di domenica si sono avvicendati sotto al tendone allestito in piazza Garibaldi.

blank

“Il Valtidone Wine Fest è uno dei momenti più importanti del nostro territorio” ha dichiarato il primo cittadino; “Riesce a promuovere i prodotti e le bellezze delle nostre straordinarie vallate. E’ una manifestazione che attira tantissimi visitatori dai comuni limitrofi e il suo richiamo si spinge in altre regioni, anche distanti da noi. La buona riuscita della manifestazione è possibile grazie alla collaborazione con le associazioni locali; soprattutto Pro Loco, Gruppo Alpini e tutti i volontari che in queste settimane hanno lavorato duramente per proporre questo ricco programma che investe tutto il paese. I riscontri positivi che ho avuto personalmente sia dai produttori sia dal pubblico ci rendono orgogliosi della nostra manifestazione; e ci spingono a continuare in questa direzione”.

Alla cerimonia inaugurale erano presenti i sindaci delle amministrazioni vicine e Franco Albertini in rappresentanza della Provincia di Piacenza.

Bontà e produzioni locali

Oltre a vino e ortrugo nella piazzetta del gusto borgonovese era possibile trovare tantissime altre bontà, esposte dai produttori locali; funghi, salumi e formaggi per creare una vetrina dell’enogastronomia che ha visto la presenza anche dei rappresentanti di “Chef to Chef Borgonovo Città della Gastronomia”; vale a dire Isa Mazzocchi (ristorante La Palta), il pasticcere Maurizio Mera (Pasticceria Mera) e Danila Ratti (Ristorante le Proposte).

Dalla 10.30 del mattino fino alle 19.30 dunque l’Ortrugo è stato protagonista sotto il tendone dove erano presenti una ventina di cantine della zona (con la distribuzione di oltre mille calici); ma anche in occasione delle degustazioni sensoriali curate da Roberto Gazzola e durante il momento “Ortrugo Cocktail” (ne sono stati preparati circa 400), curato dall’AIBES, Associazione Italiana Barmen e Sostenitori.

Anticipazione al borgo di Corano

Il Valtidone Wine Fest ha avuto anche un’anticipazione giovedì 29 agosto in piazza della Chiesa nel borgo di Corano, frazione di Borgonovo; una serata dedicata al cantautore Fabrizio De Andrè con lo spettacolo “Ero più curioso di voi”, curato da Antonio Amodeo, tra pensieri e canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana.

A interpretare i capolavori di De Andrè erano Ernesto Palummeri (voce), Antonio Amodeo (chitarre, mandolino, bozoky), Agostino Subacchi (voce recitante) e Max Malavasi (Percussioni). Nel corso della serata si è potuto cenare gustando i prodotti e i piatti della tradizione culinaria locale, interpretati dalle sapienti mani dello chef Danila Ratti del ristorante le Proposte di Corano.

Il prossimo appuntamento è in programma domenica 8 settembre a Ziano Piacentino in contemporanea con la Festa dell’Uva.

Il Valtidone Wine Fest è reso possibile grazie al sostegno di alcuni privati, come Cantina Vicobarone (main sponsor della tappa di Borgonovo), Cantina Valtidone e Centropadana

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank