Legambiente contro la giunta: “Basta supermercati a Piacenza, città già allo stremo per consumo di suolo”

blank
Piacenza 24 WhatsApp

Legambiente ha molte volte manifestato la necessità di procrastinare ogni decisione di rilevante impatto urbanistico al PUG (Piano Urbanistico Generale) in fase di redazione. “Lo abbiamo chiesto sia alla passata, sia all’attuale Amministrazione Comunale di Piacenza. Richiesta ancora più attuale considerato l’impegno assunto dall’amministrazione in carica per costruirlo in modo partecipato”. Lo sostiene Legambiente che pubblica una nota molto critica contro la progettazione della giunta comunale che prevede l’insediamento di nuovi supermercati.

“Se partecipato deve essere è del tutto chiara, anzi limpida, la volontà della città di NON consentire l’aumento di nuove  strutture di media/grande dimensione, già attualmente in esubero, per le note ragioni di carattere ambientale ma anche sociale”.

“Lo abbiamo appurato negli incontri a palazzo Farnese ma anche nel corso dei Laboratori di quartiere. Cittadini già con le idee chiare anche alcuni anni fa, quando contribuimmo a raccogliere 6.000 firme in due soli mesi invernali, contro la proposta di edificazione degli ex orti di Via Campesio. Nel modulo di raccolta firme il secondo punto era esattamente la richiesta di moratoria degli accordi operativi fino all’approvazione del PUG!”.

“Medesimo parere lo abbiamo espresso nella riunione della Consulta Ambiente e Territorio del 6 giugno scorso  – presente l’Assessora Adriana Fantini – e nella recente riunione del 29 giugno. A prescindere dalle robuste argomentazioni di carattere tecnico che sicuramente esprimeremo nelle osservazioni alle proposte di accordi operativi in esame, quando sarà possibile presentarle, a una sola domanda desidereremmo che fosse data una risposta: quali sono le ragioni che l’istruttoria tecnica ha individuato per “valutare la rispondenza all’interesse pubblico delle proposte di accordo operativo avanzate dai soggetti interessati”? Come chiede l’art. 4 della L.R. 24 del 2017? In una città già allo stremo per consumo di suolo permeabile, per traffico automobilistico, per inquinamento dell’aria, queste ragioni non le abbiamo viste. Se siamo ciechi, riteniamo di essere in buona compagnia….”.

Legambiente Piacenza (circolo Emilio Politi)

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank