Nuova seduta di vaccinazioni gratuite conto lo pneumococco alla Casa della Comunità di Borgonovo Val Tidone mercoledi 25 ottobre

Nuova seduta di vaccinazioni
Piacenza 24 WhatsApp

Nuova seduta di vaccinazioni gratuite conto lo pneumococco alla Casa della Comunità di Borgonovo Val Tidone per i nati tra il 1952 e il 1958. Mercoledì 25 ottobre 2023 dalle 8.30 alle 12, è programmata una seconda seduta straordinaria con accesso libero, senza prenotazione, per effettuare la vaccinazione anti-Pneumococcica riservata ai nati dal 1952 al 1958. In tale occasione sarà possibile effettuare anche la vaccinazione contro l’Herpes Zoster, raccomandata per la stessa fascia d’età.

Nuova seduta di vaccinazioni cos’è lo Pneumococco

Ricorda, lo pneumococco o streptococcus pneumoniae è un batterio diffuso nella gola e nel naso responsabile di infezioni anche gravi negli adulti con più di 65 anni di età o in soggetti fragili. Il virus si trasmette attraverso le goccioline di saliva emesse con starnuti, tosse o semplicemente parlando o per contatto diretto con materiale contaminato da saliva infetta. La malattia si manifesta soprattutto nel periodo invernale in concomitanza con il proliferare di sindromi da raffreddamento e influenza e può portare a disturbi lievi (otite, sinusite e congiuntivite) e in alcuni casi anche a complicanze gravi quali forme severe di polmonite, meningite e sepsi.

Nuova seduta di vaccinazioni come prevenzione

La vaccinazione è un mezzo importante per prevenire queste patologie e tutelare la propria salute. Il vaccino contro lo pneumococco può essere somministrato simultaneamente ad altre vaccinazioni quali anti-tetanica e anti-Herpes Zoster. La vaccinazione antipneumococcica per i nati anni 1952-58 è eseguibile anche presso il proprio medico curante contestualmente alla vaccinazione antinfluenzale parimenti consigliata.

Vaccinazioni gratuite per i nati prima del 1952 e dopo il 1958

I nati in anni diversi, prima del 1952 o dopo il 1958, hanno diritto alla vaccinazione gratuita antipneumococcica e antizoster solo se affetti da specifiche patologie croniche previste dalla normativa regionale. Per queste persone, in fase di vaccinazione, è richiesta la relativa documentazione sanitaria e gli operatori delle sedi vaccinali valuteranno in corso di colloquio il diritto alla gratuità.

Quando la vaccinazione è a pagamento?

La vaccinazione è a pagamento per coloro che non presentano specifiche patologie croniche documentate e che non rientrano nelle corti di nascita oggetto di chiamata.

Radio Sound
blank blank