Seconda vittima italiana: è una donna lombarda

Oggi, sabato 22 febbraio, conferenza stampa alle ore 12.30 delle Regione Lombardia.

blank

Seconda vittima italiana del Coronavirus: si tratta di una donna anziana residente a Casalpusterlengo, secondo quanto si apprende da fonti qualificate della cittadina del Lodigiano. Secondo quanto si apprende, la signora, ultrasettantenne, era debilitata da una polmonite e sarebbe stata in attesa dei risultati degli esami a cui era stata sottoposta.

Una donna residente in Lombardia, e probabilmente collegata ai casi di Codogno, è morta in ospedale. E’ la seconda vittima italiana del coronavirus dopo il 67enne di Vo’ Euganeo.

A quanto si apprende, sembra che la donna fosse ricoverata con una polmonite, ancora in attesa dell’esito del test sulla malattia.

Protocollo per il Coronavirus, ricoverati a Piacenza mamma, figlio e nonna. Si attendono le analisi

E’ salito a 29 il numero dei pazienti risultati positivi ai test del Corovinarus e residenti tra la Lombardia e il Veneto. Ventisette di questi risiedono in Lombardia, mentre due sono i casi accertati in Veneto, ai quali va l’aggiunto l’anziano di Vò Euganeo morto nella serata di ieri.

Uno dei contagiati in Veneto è un uomo di 67 anni, di Dolo, ricoverato ora in rianimazione a Padova. Lo riferisce all’ANSA il presidente del Veneto, Luca Zaia. Il paziente è transitato dapprima al pronto soccorso di Mirano (Venezia), poi nella rianimazione di Dolo (Venezia), e, in seguito al peggioramento delle condizioni, è stato trasferito a Padova.

USL di Piacenza, attivato il numero 0523 317979

E si registra il sedicesimo caso in Lombardia, a Cremona, dove oggi sono state chiuse tutte le scuole.

Donna di Codogno ricoverata a Piacenza, trovata positiva

Coronavirus – 10 comportamenti da seguire

Infermiere di Codogno ricoverato a Piacenza

E’ stato ricoverato a Piacenza l’infermiere dell’ospedale di Codogno che era venuto in contatto con il 38enne lodigiano contagiato dal Coronavirus al triage del pronto soccorso, e che si era messo in isolamento volontario nella sua abitazione piacentina. Nella notte avrebbe iniziato a mostrare i primi sintomi tipici della malattia e ha chiamato il 118: un’ambulanza lo ha trasportato, con tutte le precauzioni, nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Guglielmo Da Saliceto di Piacenza dove ora è in attesa delle analisi.

Un caso anche a Pizzighettone

Un caso di positività al coronavirus sarebbe stato registrato anche a Pizzighettone, nel Cremonese.

PADOVA, Vi sarebbero alcuni test positivi tra i tamponi già effettuati all’interno dell’ospedale di Schiavonia (Padova), dove è deceduto Adriano Trevisan, prima vittima italiana del virus. Lo apprende l’ANSA da fonti qualificate. La certezza della positività, in un campione non piccolo di pazienti, si potrà tuttavia avere solo in giornata dalle fonti sanitarie della Regione. Nell’ospedale è previsto siano sottoposti ai test circa 600 persone.

Il paziente positivo a Cremona abita a Sesto ed Uniti

L’uomo positivo al coronavirus ricoverato all’ospedale Maggiore di Cremona abita a Sesto ed Uniti, cittadina di poco più di 3 mila abitanti dove sono subito scattate le misure di sicurezza. Il sindaco, Francesca Maria Viccardi, ha diramato un’ordinanza che, “in attesa di ulteriori provvedimenti della Regione, invita in via precauzionale e provvisoria la cittadinanza intera a limitarsi di intrattenersi in luoghi di ritrovo e assembramento pubblico”.

Stabili le condizioni del “paziente 1” di Codogno

Sono stabili le condizioni del “paziente 1”, il 38enne ricoverato a Codogno, nel Lodigiano. Per il trasferimento all’ospedale Sacco di Milano, uno dei due centri individuati per l’emergenza insieme all’ospedale San Matteo di Pavia, si attende il miglioramento del quadro clinico.

Saliti a 30 i casi tra Lombardia e Veneto

E’ salito a 30 il numero dei pazienti positivi ai test del Corovinarus tra Lombardia e Veneto. Di questi, 27 risiedono in Lombardia, mentre due sono i casi accertati in Veneto. Va poi aggiunto l’anziano di Vo’ Euganeo morto nella serata di venerdì.

Due morti e 30 casi di contagio in totale.  E’ questo il bilancio della diffusione del coronavirus in Italia.Ecco gli aggiornamenti:

  • La prima vittima è Adriano Trevisan, di 78 anni, è deceduto all’ospedale di Schiavonia, in provincia di Padova, dove era ricoverato insieme con un’altra persona positiva al virus per precedenti patologie.
  • La seconda vittima è deceduta in Lombardia (i consigli del ministero della Salute). E’ una donna e sarebbe legata al focolaio di Codogno
  • E’ in condizioni stabili il 38enne ricoverato a Codogno
  • L’ultimo caso di contagio accertato è un paziente che da giorni è ricoverato all’ospedale di Cremona. Nella città chiuse tutte le scuole
  • Il premier: “Pronti a valutare nuove misure”

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank