Vernasca inclusa nella sperimentazione del super wi-fi: “Possibili rischi per la salute”

Vernasca inclusa nella sperimentazioneVernasca inclusa nella sperimentazione

Anche a Vernasca, in provincia di Piacenza, sarà avviata la sperimentazione della tecnologia 5G. Di cosa si tratta? Con l’acronimo 5G si fa riferimento alle tecnologie di quinta generazione per la telefonia mobile. La caratteristica del 5G che lo differenzierà dai precedenti standard comunicativi è la velocità di connessione. Secondo gli operatori il 5G dovrebbe essere tra le 100 e le 1000 volte più veloce rispetto al 4G LTE.

Come tutte le nuove tecnologie, andrà prima sperimentata. E per fare questo sono stati scelti 120 piccoli comuni italiani, tra cui appunto Vernasca. Esiste un elemento, però, che sta creando non pochi dubbi e timori. Il 5G, infatti, è una potentissima rete wireless; la copertura della linea si basa sulla disposizione studiata di numerose antenne, in funzione di ripetitori.

A questo punto da più parti si stanno sollevando timori legati alla possibile pericolosità dovuta al cosiddetto elettrosmog: potenziali pericoli che potrebbero dunque preoccupare i cittadini di Vernasca inclusa nella sperimentazione.

I timori legati alla salute

Secondo il giornalista Maurizio Martucci, autore del libro “Manuale di autodifesa per elettrosensibili” (Terra Nuova Edizioni), l’esposizione massiccia della popolazione a livelli di elettrosmog, con mini-antenne collocate ovunque e persino sui lampioni della luce, rappresenta un rischio da non sottovalutare. Lo riporta il web magazine specializzato in tematiche ambientaliste salviamoilpaesaggio.it.

Il 5G viaggerà su frequenze altissime e mai usate finora; un’energia 11 volte superiore. Per poter connettere tra loro fino a un milione di oggetti per chilometro quadrato, bisognerà installare migliaia di piccole antenne che rilanceranno il segnale proveniente da un’antenna base più grande.

L’esposizione umana alle onde elettromagnetiche aumenterà così in modo esponenziale; e i rischi per la salute aumenteranno altrettanto esponenzialmente, favorendo la possibile alterazione del funzionamento delle cellule; la prestigiosa rivista scientifica Lancet ha presentato uno studio importante che dimostra gli effetti biologici e sulla salute causati dall’esposizione dell’uomo ai campi elettromagnetici con un aumento “statisticamente rilevante” del numero dei tumori, rarissimi schwannomi, al cervello e al cuore. Ebbene, anche Vernasca inclusa nella sperimentazione.

Leggi anche