Crisi energetica, Banca di Piacenza in aiuto a famiglie e imprese: “Per le difficoltà in atto moratorie e linee di credito per 80 milioni” – AUDIO

blank

Banca di Piacenza scende nuovamente in campo di fronte al protrarsi delle conseguenze economiche dovute alla situazione geopolitica, con la crisi russo-ucraina che ha portato a un forte innalzamento dei costi dell’energia, che sta mettendo in difficoltà l’intero sistema economico-sociale. E lo fa con un pacchetto di misure a favore di famiglie e imprese clienti.

blank

Le prime avranno la possibilità di richiedere una moratoria di 6 mesi (in corrispondenza dell’inverno, quando il costo delle bollette andrà a incidere pesantemente sul bilancio famigliare) del pagamento della quota capitale dei mutui chirografari e ipotecari. Facoltà che può essere esercitata a partire dal 1° ottobre e fino al 31 dicembre di quest’anno.

Per quanto riguarda le imprese di tutti i settori economici, la Banca ha stanziato un plafond (denominato RawMaterialCredito-Credito aumento materie prime) di 80 milioni di euro per la concessione di linee di credito che garantiscano la liquidità necessaria a sostenere le temporanee difficoltà delle stesse a far fronte all’impennata dei prezzi energetici.

Queste ultime misure vanno ad aggiungersi alle tante azioni concrete a sostegno dei territori di appartenenza messe in atto dal popolare Istituto di credito, a dimostrare che quando serve, la Banca c’è. A maggior ragione in una fase storica nella quale emergenze di diversa natura hanno messo e stanno mettendo in grave difficoltà il sistema economico mondiale, con inevitabili conseguenze per le economie nazionali e locali.

blank

Per fronteggiare la crisi provocata dalla pandemia, la Banca di Piacenza ha concesso nel 2020 a famiglie e imprese moratorie sui mutui, anticipi cassa integrazione e finanziamenti liquidità per oltre 5mila pratiche e complessivi 400 milioni di euro. Senza contare i numerosi interventi di aiuto a istituzioni e sodalizi impegnati ad affrontare l’emergenza sanitaria.

Con questa ulteriore iniziativa, la Banca di Piacenza conferma la propria attenzione nei confronti del tessuto economico di un territorio che ha la fortuna – che altri non hanno più – di avere una banca locale che raccoglie e semina dove è insediata.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank