Cani molecolari anti-Covid, Morni: “Si potrebbe sfruttare la sperimentazione di Bolzano” – AUDIO

cani molecolari anti covid

Cani molecolari “anti-Covid”, Gabriele Morni: “Le Regioni potrebbero sfruttare la sperimentazione in atto a Bolzano” . Questo il commento del Presidente del Gruppo Cinofilo La Lupa di Piacenza durante la diretta di Radio Sound.

Radio Sound blank blank blank blank

Infatti in questi giorni, come riporta l’Ansa, i cani chiamati “anti-Covid” hanno preso servizio nel liceo scientifico di lingua tedesca a Bolzano. Nell’aula magna hanno annusato le mascherine degli studenti. In caso di sospetto si accucciavano e lo studente volontariamente si sottoponeva al tampone. Si tratta di cani molecolari già in servizio per la ricerca di esplosivo e droga. Si prevede di addestrare per questa procedura, in alcune settimane, 18 cani di tutto l’Alto Adige.

E’ un’esperienza che potrebbe essere, secondo me, testata anche da altre Regioni spiega Gabriele Morniper conosce l’affidabilità del servizio. I cani sono stati testati ma servono numeri su larga scala. Tutti i cani hanno mediamente 200/300 milioni di recettori olfattivi, mentre l’uomo ne ha solo 5/6, quindi al cane dobbiamo solo spiegare cosa deve segnalare. In particolare perché già da per se sa usare il proprio naso selezionando tutti gli odori. Noi dobbiamo solo insegnare all’amico a 4 zampe quello che ci interessa. Infatti tutti i cani sono molecolari. Poi sta alla bravura e alla tecnica dell’istruttore insegnare al cane quale molecole andare individuare segnalandole alle persone“.

Cani molecolari anti-Covid, Gabriele Morni: Le Regioni potrebbero sfruttare la sperimentazione in atto a Bolzano – AUDIO INTERVISTA

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank