Concrete illusioni, Mostra fotografica di Erminio Tansini aperta fino al 29 giugno

Concrete illusioni

Concrete illusioni, Mostra fotografica di Erminio Tansini aperta fino al 29 giugno. 

blank

Fino al 29 giugno la Biblioteca «Passerini Landi» di Piacenza ospita la mostra Concrete illusioni, dedicata alle opere del pittore e scultore Erminio Tansini.

L’evento propone una selezione di fotografie scattate sui sets della serie itinerante «Forme sfuggenti», che dal 2018 scenarizza le sculture tansiniane in Italia, Svizzera e Francia.

Le sculture

Per realizzare le proprie statue lignee Erminio Tansini utilizza materiali tratti principalmente dall’Appennino ligure: in particolare, Cinque Terre, Valtrebbia e Valtaro; saltuariamente, Lunigiana, Valnure e Valtidone.

Si tratta di radici, tronchi e rami recuperati sui greti dei torrenti e sulle spiagge, levigati naturalmente dall’acqua e dalle rocce.

Grazie a loro l’autore crea sovrapposizioni, intrecci e agglomerati di masse, apparentemente casuali, che vanno a comporre scene informali. L’osservatore è catturato da effetti pareidolici, che lo portano a riconoscere profili e sagome note, fugaci nell’apparire e nello scomparire, mutevoli secondo il punto di vista dell’osservatore.

L’autore produce statue in legno da quasi trent’anni, ma il debutto espositivo di queste opere è avvenuto solo nel 2017, con la partecipazione di Erminio Tansini alla 57a Biennale di Venezia.

Nel 2018 si è svolta presso il Palazzo Farnese una personale dell’artista che ha raggruppato un saggio della sua recente produzione scultorea, con numerosi pezzi sia bronzei sia lignei.

Le fotografie

La mostra alla «Passerini Landi» presenta una selezione di fotografie riprese sui sets della serie itinerante «Forme sfuggenti».

Questa rassegna scenarizza le sculture di Erminio Tansini in luoghi come specchi e corsi d’acqua, castelli, siti archeologici e paesaggi rupestri.

«Forme sfuggenti» sta svolgendosi in Italia, Svizzera e Francia. Sets della serie sono stati allestiti anche a Piacenza e nel Piacentino (Bobbio, Monticelli d’Ongina, Ponte dell’Olio, Travo).

Le locations sono scelte secondo le affinità con il carattere scarno ma essenziale delle sculture tansiniane.

Gli elementi delle architetture e del paesaggio interagiscono visivamente con le sculture fino a trasfigurare l’ambientazione stessa: si creano scene surreali, fantastiche e oniriche, colte nella loro fugacità e fissate attraverso l’obiettivo della macchina fotografica.

A corredo delle immagini e per testimoniare le fasi creative delle opere, nella mostra piacentina sono anche presenti alcune statue lignee di Erminio Tansini: pezzi ultimati, in completamento e legni grezzi in attesa di lavorazione.

La mostra

Concrete illusioni è la terza tappa di una serie itinerante di esposizioni intitolata «Chimere», che sta svolgendosi in varie località del Nord Italia.

La maggior parte delle fotografie in mostra sono state scattate durante le tappe di «Forme sfuggenti» nel Piacentino o nell’immediato circondario (Cremona, Zavattarello, Pellegrino Parmense), per evidenziare il legame con il territorio di Piacenza.

La curatela dell’evento è affidata a Davide Tansini: figlio di Erminio, per il padre ha curato anche i «Materia e Colore Open Days» (2010-2011, l’apertura al pubblico dello studio dell’artista), le monografie Tansini Erminio. Materia e colore (2008) e Erminio Tansini. Opere di materia e colore (2011), varie esposizioni personali in Liguria, Emilia-Romagna e Piemonte delle rassegne «Materia e colore» (2012-2015) e «Forme, materia e colore» (2018), oltre alla stessa serie «Forme sfuggenti».

Informazioni

La mostra Concrete illusioni è visitabile fino al 29 giugno 2019 presso la Biblioteca Comunale «Passerini Landi» a Piacenza (Via Giosuè Carducci, 14). L’esposizione è aperta nei seguenti orari: lunedì 14-19, martedì-sabato 9-19. L’ingresso è libero. Il percorso espositivo è accessibile anche da persone con disabilità motorie.

eventi@tansini.itwww.inarce.com/it/eventi/concrete-illusioni-mostra.htmlwww.facebook.com/tansinierminio

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank