Franzini tra Verona e la Coppa Italia con l’Imolese: “Davanti siamo poco cattivi. Non possiamo sottovalutare la Coppa Italia” – AUDIO

franzini, piacenza calcio, coppa italia serie c

Le parole mister Franzini dopo il pari del Piacenza calcio con la Virtus Vecomp. Mercoledì pomeriggio turno infrasettimanale di Coppa Italia Serie C: avversario l’Imolese

Un punto a Verona e via dritti verso la Coppa Italia.
C’è bisogno di una vittoria dopo il terzo pari consecutivo in campionato, ed il turno di Coppa Italia Serie C arriva nel momento giusto. La competizione parallela al campionato fornisce una grande scappatoia per le squadre che, una volta arrivate in primavera, capiscono di aver perso il treno delle prime 4.
Il regolamento dice testuale: la formazione vincitrice ottiene l’accesso alla seconda fase dei play-off per la promozione in Serie B.

In casa biancorossa sarebbe opportuno tenersi aperta anche questa opzione considerando che la capolista Padova dista già 9 punti. Va da sé che il turno va vinto e, contro un’Imolese ritrovata, non sarà di certo facile.

Le parole di mister Arnaldo Franzini dopo il pari con la Virtus Verona.

“Rimane il rammarico dopo il pareggio di ieri (domenica). Abbiamo arginato molto bene la loro offensiva, che era la migliore del campionato, però siamo stati poco cattivi in area. Si poteva fare meglio”.

I biancorossi soffrono del solito problema

“Noi le partite sporche non riusciamo a vincerle. Le vittorie sono state contraddistinte da grandi prestazioni, ma nelle gare equilibrate manca sempre l’episodio o la giocata importante. E’ un grande difetto perché chi ci sta davanti ha vinto questo tipo di match. A noi manca questa qualità”.

Mercoledì turno di Coppa Italia

“Non possiamo permetterci di snobbare la Coppa Italia, assolutamente. Ci dà opportunità importanti e, nonostante il turnover, metterò in campo gente già rodata. Affronteremo la sfida nel modo giusto”.

Che squadra è l’Imolese?

“Han battuto il Carpi ed il Sudtirol li ha pareggiati solo negli ultimi minuti. Si sono risvegliati e possiedono elementi importanti. Verranno per cercare la qualificazione come, d’altronde, faremo anche noi”.

L’intervista completa ad Arnaldo Franzini, tecnico del Piacenza calcio

La struttura della Coppa Italia di Serie C

La competizione si divide in varie fasi

Fase eliminatoria a gironi: vi partecipano le 33 squadre che non hanno partecipato alla Coppa Italia maggiore. Le squadre sono suddivise in 11 gironi da tre squadre (con gare di sola andata). La vincente di ogni girone si qualifica per la fase finale.

Fase finale: vi partecipano 38 squadre: le 27 ammesse di diritto (in quanto partecipanti anche alla Coppa Italia maggiore) e le 11 vincitrici degli altrettanti gironi della fase eliminatoria. Si svolge secondo la formula dell’eliminazione diretta, con un tabellone predeterminato su accoppiamenti guidati dal criterio di vicinanza geografica.

Primo turno: viene disputato solo da 12 delle 38 squadre, che si affrontano in 6 partite di sola andata per ridurre il numero delle partecipanti da 38 a 32; il fattore campo è determinato per sorteggio.

Sedicesimi di finale: sono disputati dalle 6 vincenti del primo turno e dalle 26 che non hanno disputato il primo turno; si giocano 16 partite di sola andata, con fattore campo determinato per sorteggio.

Ottavi di finale e quarti finale: le squadre rimaste si affrontano in partite di sola andata. La squadra ospitante viene determinata per sorteggio

Semifinali e finale: si giocano ad eliminazione diretta, con partite di andata e ritorno.

Ascolta Radio Sound in Fm 95.0 – 94.6 oppure scopri di più.

Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza.

RADIOSOUND E’ RADIO UFFICIALE DEL PIACENZA CALCIO