Matteo Salvini a Piacenza: “Stupratori e spacciatori dovrebbero essere trattati come assassini, occorre rimettere in vigore i decreti sicurezza” – AUDIO

“Io non vengo a dire che se andremo al governo non ci saranno più stupri, però dico che quando erano in vigore i decreti sicurezza, quando si controllavano i confini del nostro paese, quando si assumevano forze dell’ordine e quando si accendevano telecamere i reati diminuivano”. Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha raggiunto Piacenza, ai Giardini Merluzzo, per incontrare i cittadini in vista delle prossime elezioni del 25 settembre. Dopo i recenti fatti di cronaca avvenuti nella nostra città, Salvini ha affrontato da vicino il tema della sicurezza.

blank

“Occorre, e si può fare, assumere 10 mila tra poliziotti e carabinieri nel 2023, occorre riaccendere troppe telecamere oggi spente, occorre riprendere in mano il piano carceri che è fermo da troppi anni e occorre espellere i troppi clandestini che sono qui a delinquere”.

A tal proposito Salvini si è poi soffermato sulla violenza sessuale di Piacenza: “Per me lo stupratore deve essere trattato come un assassino. Perché chi sporca il corpo di un bimbo o di una donna per me è paragonabile a colui che toglie una vita, e in questo includo anche gli spacciatori che sono venditori di morte. Purtroppo se spacci a Piacenza, il giorno dopo torni a spasso. E il rischio è che se uno stupra in futuro lo possa rifare. In alcuni paesi è in vigore il trattamento farmacologico che ti impedisce di tornare a stuprare”.

“Per me è criminale spacciare droga ed è folle che ci siano politici che invitino al consumo e allo spaccio, non lo dico da senatore della Lega, lo dico da papà. Combatterò ogni tipo di droga e mi opporrò a qualsiasi tipo di liberalizzazione. Inviterei coloro che parlano di droga con leggerezza a farsi un giro a San Patrignano”.

blank

“Il centrodestra qualche errore lo ha commesso perché quando i cittadini si esprimono hanno sempre ragione. Però l’aria che tira è quella di un cambiamento, abbiamo perso il primo tempo e in democrazia funziona così. Contiamo di vincere il secondo tempo”.

La Lega correrà alle prossime elezioni per il Senato schierando anche la piacentina Elena Murelli.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank