Picenza – Imolese, un’occasione da non perdere per i biancorossi

Piacenza - Imolese

Grazie ai due successi consecutivi con Gubbio e Fano (leggi qui) il Piacenza ha recuperato terreno rispetto alle prime della classe. Il settimo posto dei biancorossi stride con gli obiettivi iniziali, ma è anche vero che la classifica è molto corta e con un successo potrebbe valere un bel balzo in avanti. Ci sono infatti ben 5 squadre nell’arco di 4 punti.
Contro l’Imolese l’occasione sarà dunque ghiottissima per gli uomini di Franzini che potrebbero prendere due piccioni con una fava: con il terzo successo consecutivo spazzerebbero via le polemiche delle settimane precedenti e recupererebbero alto terreno rispetto alla vetta, in attesa di qualche rinforzo dal mercato di riparazione.

blank

SEGUI PIACENZA – IMOLESE su RADIO SOUND con STADIO SOUND

Torna Sestu…

Le buone notizie arrivano dall’infermeria: Sestu ha recuperato e sarà a disposizione per il match che domenica sera, alle ore 17:30 opporrà i biancorossi alla penultima della classe Imolese. Rientrerà certamente anche il portiere Del Favero dopo l’impegno con la nazionale Under 21.

L’Imolese 100 anni, come i biancorossi

Una lunga tradizione quella della formazione romagnola che vanta gli stessi anni dei piacentini. Un secolo di storia in cui però le soddisfazioni sono state ben più contenute rispetto a quelle del Piacenza. L’Imolese può infatti vantare una decina di partecipazioni alla terza serie, compresa quella in corso. L’ultima promozione viene datata 2017/2018, quando vincendo i playoff di D del proprio girone si è guadagnata l’accesso al professionismo. Il vero exploit dei grifoni si è registrato lo scorso anno con in panchina l’ex allenatore del Fiorenzuola, ed attuale tecnico del Venezia, Alessio Dionisi. I rossoblù arrivarono fino alle semifinali dei playoff, arrivando anche ai quarti di finale della Coppa Italia di Lega.

Le difficoltà rossoblù

La stagione in corso per l’Imolese non si è aperta certamente sotto la miglior stella. Il rapporto tra il nuovo tecnico Federico Coppitelli e la squadra si interrompe bruscamente il 27 settembre dopo la sconfitta con la Virtus Verona. Al suo posto è arrivato l’allenatore romano Gianluca Aztori. Dopo le difficoltà iniziali il nuovo tecnico sembra aver cambiato il trend. Nessuna sconfitta nelle ultime quattro partite di campionato. I numeri rimangono comunque negativi: complessivamente i rossoblù hanno incassato qualcosa come 17 gol, una media non troppo negativa se paragonata alla media del campionato: il grosso problema dei romagnoli è l’attacco. Solo 11 i gol realizzati fino a questo momento, praticamente la metà da quelli messi a segno dal Piacenza.

La probabile formazione del Piacenza Calcio

(5-3-2) Del Favero, Zappella, Della Latta, Milesi, Pergreffi, Imperiale, Nicco, Marotta, Corradi, Sestu, Paponi

La giornata 16esima di campionato

Sabato 23 novembre, ore 20:45
Virtus Verona – Carpi

Domenica 24 novembre, ore 15:00
Vicenza – Fano
Padova – Rimini
Sambenedettese – FeralpiSalò
Pesaro – Arzignano

Domenica 24 novembre, ore 17:30
Piacenza Calcio – Imolese
Fermana – Reggiana
Ravenna – Gubbio
Triestina  – Sudtirol

La classifica

Vicenza 33; Sudtirol 32; Reggiana 30; Carpi e Padova 29; FeralpiSalò 28; Piacenza 26; Virtus Verona 23; Sambenedettese 21; Modena 20; Triestina 19; Cesena 17; Vis Pesaro 15; Arzignano e Ravenna 14; Gubbio e Fermana 13; Rimini 12; Imolese 11; Fano 10

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank