Stavano rubando le offerte in chiesa, sorpresi e arrestati

evade dai domiciliari per andare al bar

Stavano rubando le offerte in chiesa, sorpresi e arrestati. Ieri, poco dopo mezzogiorno, in manette sono finiti due pluripregiudicati, di 61 e di 46 anni, disoccupati, entrambi residenti in città. Con un metro estendibile e del nastro biadesivo stavano rubando le offerte dei fedeli dai bussolotti presenti nel santuario “Madonna del castello” in Rivergaro.

Purtroppo per loro, sono stati sorpresi da una fedele e dal rettore del santuario; insospettitosi dell’atteggiamento ambiguo dei due uomini, raggiungeva il campanile da cui si vedeva l’intera navata del luogo di culto; e senza essere visto, scorgeva il 61enne, dopo aver appiccicato un biadesivo, infilare all’interno del bussolotto delle offerte un metro estendibile, sbatterlo violentemente, per poi estrarlo con appiccicate alcune monete. Intanto la fedele aveva chiamato i Carabinieri della Stazione di Rivergaro.

Immediatamente i militari raggiungevano il santuario e fermavano il 61enne davanti all’ingresso – fungeva da palo; il più giovane complice nella navata principale vicino al bussolotto delle offerte. Veniva subito perquisito. Addosso aveva, il metro estendibile con appiccicato all’estremità del biadesivo, una piccola pila, 10 foglietti di biadesivo nuovi, 12 foglietti già usati e 31,50 €, di cui 16 monete da 1 €, 3 monete da 2 €, 5 monete da 50 centesimi, 9 da 20 centesimi ed una banconota da 5 €.

Colti in flagranza, i due pluripregiudicati sono stati arrestati per furto aggravato in concorso in luogo di furto e condotti in regime di arresti domiciliari presso la loro residenza, in attesa del rito direttissimo previsto per la giornata odierna.