Crema – Piacenza, una gara cruciale per la stagione

Crema - Piacenza
Piacenza 24 WhatsApp

Le prodezze di Recino e Russo hanno consentito al Piacenza di superare in rimonta il Legnano e di guardare con fiducia ai prossimi due appuntamenti con Crema e Ponte San Pietro da cui devono necessariamente arrivare altri 6 punti per insidiare la vetta. Grazie al bottino pieno ottenuto al “Garilli” i ragazzi di Rossini si sono portati a –1 dal Caldiero, mettendo forte pressione ad una Varesina che dovrà recuperare in futuro la partita con la Pro Palazzolo, ma dovrà per forza vincerla per tornare davanti. L’occasione di dare una sterzata al campionato è evidente. I biancorossi dovranno però evitare di ripetere gli stessi errori della scorsa settimana.

Ascolta Crema – Piacenza su RADIO SOUND, pre gara dalle 14:00 di domenica

Lo svantaggio col Legnano nasce da una palla persa

Ci sta prendere gol, anche per una corazzata come il Piacenza. Basti pensare che i biancorossi ne hanno subiti solo due nelle ultime quattro gare. Però ciò che va assolutamente evitato è perdere palle sanguinose a centrocampo, innescando il contropiede avversario. E’ quello che è successo a Micheal, che appena entrato si è trovato sui piedi il pallone dell’1-0. Da quel momento tanta pressione biancorossa, ma sterile, per tutto il primo tempo, fino ai due lampi della ripresa. Anche con il Crema i piacentini avranno i favori del pronostico, ma la partita è forse più insidiosa di quanto dica la classifica, come lo è stata quella con il Legnano.

Crema, la cura Piccolo funziona

Non più tardi di un mese fa i nerobianchi vivevano l’esonero di Andrea Danesi come un gesto da ultima spiaggia del presidente Enrico Zucchi: il Crema dal 15 ottobre al 18 febbraio, data del fattaccio, aveva vinto una sola vola. A guidare la squadra è stato chiamato mister Michele Piccolo che sembra aver dato un’importante svolta riaprendo il discorso salvezza: nelle ultime tre partite sono arrivati ben 7 punti, frutto di un pareggio con il Ponte San Pietro e di due successi sorprendenti ai danni di Brusaporto e Caldiero Terme. Una squadra dal ritrovato entusiasmo che ha improvvisamente imparato a vincere con le grandi, il Piacenza è avvisato.

Rossini deve ancora fare i conti con le assenze

Sarà probabilmente un filo conduttore fino a fine stagione, perché Andreoli difficilmente tornerà a disposizione e Bassanini, benché i tempi di recupero non siano ancora stati comunicati ufficialmente dalla società, con ogni probabilità tornerà a disposizione solo per le ultimissime partite. Artioli invece dovrebbe essere recuperato nel giro di una quindicina di giorni, ma sicuramente salterà Crema e Ponte San Pietro.

Riascolta “Caffè biancorosso”, ospite Matteo Gerbaudo. Il semaforo verde è tutto per Russo

Serie D, girone B 31esima giornata di campionato: domenica 17 marzo, ore 14:30

Arconatese – Real Calepina
Caldiero Terme – Clivense
Caravaggio – Villa Valle
Club Milano – Brusaporto
Crema – Piacenza DIRETTA SU RADIO SOUND
Desenzano – Varesina
Folgore Caratese – Casatese
Legnano – Ponte San Pietro
Pro Palazzolo – Castellanzese
Tritium – Ciserano

La classifica

Caldiero 58; Vareina* e Piacenza 57; Arconatese 56; Pro Palazzolo* 51; Desenzano 50; Brusaporto 46, Villa Valle 45; Casatese 43; Caratese 41; Club Milano 38; Clivense 37; Caravaggio* 36; Ciserano* 35; Castellanzese 34; Real Calepina 31; Crema e Tritium 27; Legnano 26; Ponte San Pietro 18

*Con una gara in meno

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank