Giornata mondiale dell’ictus: “Ancora oggi è la prima causa di invalidità nell’adulto”. Sabato torna “Camminiamo insieme”

blank

Torna anche quest’anno, in occasione della Giornata mondiale dell’ictus“Camminiamo insieme”. L’appuntamento è per sabato 29 ottobre: ritrovo alle 14.45 e partenza alle 15 da Santa Maria di Campagna (piazzale delle Crociate).

blank

“Camminiamo insieme” è un’iniziativa promossa dall’associazione Alice, particolarmente attenta alla sensibilizzazione sul delicato tema dell’ictus. Si tratta di una camminata gratuita che, oltre a fare tappa nei punti nevralgici della città, prevede anche alcune visite guidate. Un’iniziativa che quindi, per gli obiettivi che si prefigge e l’alta capacità attrattiva nei confronti della cittadinanza, vede ancora in prima linea l’Ausl di Piacenza, il Comune e il sostegno particolare di Walter Bulla, ideatore della camminata, e Dino Groppelli, guida storica dei percorsi piacentini.

“Si parte da Santa Maria di Campagna – afferma Groppelli -; lì faremo il punto con il gruppo dei partecipanti, quindi seguiremo le mura fino a Palazzo Farnese. Grazie alla collaborazione con il Comune di Piacenza, una guida ci racconterà le peculiarità del monumento. Lasciato alle spalle il Farnese, arriveremo in piazza Cavalli e andremo alla scoperta, sempre con una guida messa a disposizione dal Comune, di Palazzo Gotico. La tappa successiva sarà il nucleo antico dell’ospedale Guglielmo da Saliceto di Piacenza, dove Martina Croci, referente del patrimonio storico e artistico dell’Ausl di Piacenza, illustrerà ai partecipanti le bellezze del nucleo antico. A chiudere il percorso, alle 17.30, in Sala Colonne è in programma un incontro formativo con tutti i professionisti sanitari coinvolti”.

A questo proposito, Donata Guidetti, direttore della Neurologia dell’ospedale, ha ribadito il perché di tanta attenzione per l’ictus: “Perché ancora oggi è la prima causa di invalidità nell’adulto. E nonostante tutte le terapie efficaci in atto, molte persone, ogni anno, non si rendono conto di essere a un passo dall’ictus. Perché l’ictus – un colpo – è viene all’improvviso e non si annuncia con un dolore acuto. I sintomi spesso sono lievi e le persone, prima di allarmarsi, aspettano che questi sintomi, un impaccio a muovere un braccio o una gamba, per esempio, si ripetano. Invece è essenziale rivolgersi subito all’ospedale, per iniziare preventivamente le terapie”.

blank

Alice da 15 anni fa proprie parole come quelle pronunciate dalla dottoressa Guidetti per assumersi un ruolo importante: “Alice – afferma Annamaria Barbieri, presidente dell’associazione – ringrazia l’Ausl, il Comune, nella persona di Christian Fiazza, assessore alla Cultura del Comune di Piacenza, nonché Dino Groppelli e Walter Bulla, grande punto di riferimento per tutto il volontariato locale. Le nostre attività sono tante: ad esempio, nei locali di via Pallastrelli, il lunedì e il giovedì, dalle 15 alle 17, organizziamo attività motoria e cognitiva per i pazienti nella cronicità dell’ictus. Ma aderiamo anche a iniziative regionali, tipo il servizio telefonico di sostegno ai pazienti e alle rispettive famiglie. Siamo stati presenti, insieme a Libertà, anche nei durissimi giorni del lockdown, e la nostra collaborazione con la Neurologia è costante nel tempo. Il nostro fine è quello di non lasciare mai solo il paziente”.

Antonella Gigli, dirigente Servizio cultura musei e turismo del Comune di Piacenza, ha sigillato l’incontro di presentazione di “Camminiamo insieme” affermando che “il Comune partecipa molto volentieri a questo evento. Crediamo tantissimo in iniziative simili. In questa occasione, poi, c’è anche la possibilità di conoscere meglio Palazzo Gotico. Pur essendo il fulcro storico della nostra città, è tutt’oggi ancora poco conosciuto”.

L’evento si terrà anche in caso di maltempo.

blank

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank