Antonino d’Oro 2022 al professor Pierpaolo Triani: “Limpida testimonianza di vita cristiana laicale”

Il Capitolo dei Canonici della Basilica di Sant’Antonino martire, è lieto di annunciare che ha deciso di assegnare il premio “ANTONINO D’ORO 2022”  al prof. PIERPAOLO TRIANI.

Pierpaolo Triani nasce a Pontremoli (MS) il 12 ottobre 1965. È coniugato e padre di due figlie. Nell’età della giovinezza aderisce all’Azione Cattolica, entrando a far parte dell’ufficio nazionale del settore giovani. Dal 2002 al 2011 svolge la funzione di segretario del Consiglio Pastorale Diocesano. Dal 2005 al 2010 svolge il mandato di presidente dell’Azione Cattolica Diocesana. Dal 2014 al 2021 è membro del Consiglio nazionale della Azione Cattolica Settore Adulti. Dal 2012 al 2015 è membro della Giunta del Comitato preparatorio del Convegno Ecclesiale Nazionale 2015 di Firenze. Nel gennaio 2022 la Conferenza Episcopale Italiana lo nomina membro del gruppo di coordinamento nazionale del Cammino sinodale delle Chiese in Italia voluto da Papa Francesco.

blank

Laureato in Pedagogia presso l’Università degli Studi di Parma e Dottore di Ricerca in Pedagogia presso l’Università degli Studi di Bologna, è professore ordinario di Pedagogia presso la Facoltà di Scienze della Formazione, Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Piacenza e di Milano. È docente, presso la sede di Piacenza, di Pedagogia della comunità educante, Metodi e tecniche dell’intervento educativo con i minori e Progettazione pedagogica per l’ecologia integrale; è docente presso la sede di Milano di Pedagogia generale e della comunicazione educativa.

Ha pubblicato vari testi di carattere scientifico, saggi e articoli. Si dedica allo studio dei temi della formazione, della pedagogia della scuola, dei metodi educativi, della condizione ed educazione dell’infanzia e dell’adolescenza, del disagio scolastico, dei rapporti tra sistema scolastico e sistema sociale, della comunità educante. Inoltre si interessa, da tempo, ai modelli e alle pratiche educative nella comunità cristiana. Fa parte del gruppo di lavoro, promosso dall’Istituto Giuseppe Toniolo, che elabora periodicamente il Rapporto Giovani sulla condizione giovanile in Italia. Dal 2006 al 2016 è stato direttore della Rivista Scuola e Didattica e dal 2007 al 2010 e dal 2014 al 2017 è stato membro dell’Osservatorio Nazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Dal 2018 è Direttore del Centro studi per l’Educazione alla legalità presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Brescia.

Il conferimento del premio vuole essere un atto di stima nei confronti di un uomo che con passione, generosità e competenza si sta spendendo all’interno della chiesa diocesana e nazionale, nella professione di docente universitario, di educatore e formatore in vari ambiti della vita sociale ed ecclesiale.

In lui riconosciamo una limpida testimonianza di vita cristiana laicale, animata da un sincero amore per la comunità civile e quella ecclesiale, un “uomo della chiesa nel cuore del mondo e di uomo del mondo nel cuore della chiesa” (documento di Puebla n 786). Nel discorso d’apertura del Cammino sinodale delle Chiese in Italia (9 ottobre 2021), Papa Francesco ha indicato tre parole che dovrebbero caratterizzare questo tempo di ascolto e di discernimento: comunione, partecipazione e missione. In esse ritroviamo anche i tratti dell’agire del prof. Triani e di tanti altri laici e laiche che animano in modo costruttivo le nostre comunità, favorendo l’avvio di processi finalizzati a rafforzare relazioni improntate alla comunione, alla partecipazione attiva dei laici nel cammino di conversione pastorale in atto nelle nostre chiese e a sostenere una rinnovata missionarietà perché il Vangelo risulti una parola buona, bella e vera anche per l’uomo contemporaneo.

L’impegno del prof. Triani ci richiama inoltre a riscoprire la centralità della scelta educativa, a promuovere una “alleanza per l’educazione” che sappia coinvolgere il maggior numero possibile di interlocutori. In un contesto sociale frammentato come il nostro, segnato dagli effetti collaterali della pandemia e della guerra in atto nel continente europeo, tale scelta diventa sempre più necessaria e urgente per garantire alle nuove generazioni un futuro migliore. Come lui stesso l’ha definita, “l’educazione è guidare, indicare, come sottolinea la radice latina «duco». Ma l’educazione è anche un «e-ducere», cioè tirare fuori le potenzialità della persona. Educare è generare la vita delle persone, prendersene cura attraverso una relazione segnata dalla fiducia, dalla gradualità e dalla proposta, cioè dalla consegna di ragioni per vivere”.

Per tali motivi il Capitolo dei Canonici ha valutato opportuno conferire al prof. Pierpaolo Triani tale onorificenza che simbolicamente viene attribuita anche a tutti gli educatori che con passione, fedeltà e competenza sostengono il cammino di tante famiglie, scuole, comunità cristiane e realtà ecclesiali.

Il premio “Antonino d’oro”, giunto alla 37^ edizione, viene annualmente sponsorizzato e patrocinato dalla Famiglia Piasinteina. Verrà consegnato personalmente da S.E.Rev.ma monsignor Adriano Cevolotto, vescovo di Piacenza-Bobbio lunedì 4 luglio p.v. nella Basilica Sant’Antonino a conclusione della solenne celebrazione eucaristica delle ore 11.00.

Le congratulazioni del sindaco Patrizia Barbieri

Tra i primi a congratularsi con il professor Pierpaolo Triani, per l’assegnazione dell’Antonino d’Oro, il sindaco Patrizia Barbieri: “Mi complimento di cuore per un riconoscimento che non solo è prestigioso, ma rappresenta un premio particolarmente caro a tutti i piacentini, in quanto simbolo della dedizione e del lavoro prezioso di tanti concittadini illustri. La sua designazione per l’edizione 2022 – aggiunge Barbieri – è espressione dell’impegno e della professionalità con cui in questi anni il professor Triani ha portato avanti lo studio e l’approfondimento dei temi della formazione, della pedagogia della scuola e dei modelli e delle pratiche educative nella comunità cristiana. Anche per questo, Piacenza si riconosce nel suo percorso umano, sociale e di fede come punto di riferimento imprescindibile. A nome dell’Amministrazione comunale e dell’intera comunità cittadina, porgo le mie più vive e sincere felicitazioni”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank