Caserma dei vigili del fuoco e viabilità, a breve lavori per la messa in sicurezza

Caserma dei vigili del fuoco e viabilità. Saranno affidati a breve da parte del Comune di Piacenza, con un impegno economico di circa 50 mila euro, i lavori di sistemazione dell’attuale impianto semaforico presso la Caserma dei Vigili del Fuoco, in corrispondenza dell’uscita dei mezzi di emergenza sulla Provinciale 654. Impegno volto alla messa in sicurezza della circolazione stradale e dell’attraversamento pedonale.

“Era un’esigenza avvertita e su cui come Amministrazione ci eravamo assunti un concreto impegno a fornire una risposta nel minor tempo possibile”. Così commentano il Sindaco Patrizia Barbieri con gli Assessori ai Lavori Pubblici, Marco Tassi, e alla Mobilità, Paolo Mancioppi. Oggi, anche grazie alle verifiche e ai controlli effettuati insieme agli uffici tecnici del Comune, è possibile prevedere l’intervento.

“Intervento che permetterà, a nostro avviso, di garantire una maggiore sicurezza ai mezzi dei Vigili del Fuoco in uscita dal deposito. Ma anche alla circolazione veicolare, decisamente aumentata su quel tratto di strada. Sarà utile a tutelare anche l’attraversamento pedonale che collega il Comando provinciale al parcheggio antistante, dall’altro lato della provinciale; parcheggio di cui fruiscono sia gli operatori in servizio, sia i cittadini che si rivolgono ai Vigili del Fuoco per autorizzazioni e certificazioni varie”.

Il progetto

Il progetto, come detto, prevede la sistemazione dell’attuale impianto semaforico dotandolo di sistema di regolamentazione delle varie fasi; in modo da favorire l’uscita dal deposito mezzi dei veicoli dei Vigili del Fuoco – che continueranno a gestire, con personale formato, il funzionamento del semaforo stesso, grazie ai comandi a distanza. Ma anche per rendere più visibile, grazie alle lanterne posizionate sui nuovi pali a sbraccio lungo la Provinciale, l’arresto o il via libera al transito delle auto che percorrono la strada, che in tal modo avranno anche un maggior spazio a disposizione per frenare.

Questo anche per tutelare maggiormente i pedoni, in primis i non vedenti, che potranno fruire del sistema sonoro a chiamata, attivabile con uno specifico pulsante. Sotto il profilo tecnologico, saranno anche posizionati sensori di rilevamento del traffico veicolare nei due sensi di marcia, a ridosso delle linee di arresto, così come si provvederà al rifacimento della segnaletica orizzontale.

Sarà inoltre realizzato uno scivolo in corrispondenza del percorso pedonale per l’accesso al marciapiede, sempre nell’ottica doverosa del superamento delle barriere architettoniche. L’intervento sarà completato secondo previsione entro il marzo 2020.