Corsi di italiano e iniziative di inclusione sociale per i minori ucraini: Fondazione e Banca di Piacenza, bando da 30 mila euro – AUDIO

Sostenere l’integrazione e l’inserimento scolastico dei minori provenienti dall’Ucraina, di età compresa tra i 7 e i 15 anni, grazie a corsi di lingua italiana e attività culturali e ricreative. Con questo obiettivo la Fondazione di Piacenza e Vigevano e la Banca di Piacenza lanciano il bando “Aiuto ai profughi ucraini: corsi di lingua italiana e iniziative di inclusione sociale rivolte ai minori”. È stato presentato questa mattina a Palazzo Rota Pisaroni, in corrispondenza del suo avvio: vi hanno preso parte, in rappresentanza della Fondazione, la vicepresidente Nicoletta Corvi, coordinatrice della Commissione Welfare, e Elena Uber, rappresentante del Consiglio d’Amministrazione e della stessa Commissione; per la Banca di Piacenza era presente il vicedirettore generale Pietro Boselli. 

Vicepresidente della Fondazione Nicoletta Corvi

Il Bando è aperto, sino al prossimo 6 giugno, a progetti provenienti da realtà del Terzo Settore, istituti scolastici, associazioni ed enti senza scopo di lucro, cooperative sociali e imprese sociali della provincia di Piacenza e del comune di Vigevano. Mediante corsi e iniziative da tenersi in estate, si vuole consentire ai minori ucraini il ritorno a una vita il più possibile “normale”, in vista di un loro inserimento nel prossimo anno scolastico.

blank

IL BANDO

La strategia del bando non segue una prospettiva assistenziale, ma privilegia strumenti e metodi per l’integrazione sociale. I minori, giunti sul territorio negli ultimi mesi dell’anno scolastico in corso, potranno avvalersi gratuitamente di corsi di lingua italiana della durata minima di 30 ore, e di attività ricreative e culturali complementari alla proposta formativa, di almeno 20 ore. In questo modo si intende favorire un apprendimento più veloce, ma anche favorire momenti di socialità con coetanei italiani e non. La pratica sportiva non agonistica è considerata attività ricreativa privilegiata.

I corsi e le attività dovranno svolgersi durante la stagione estiva, in corrispondenza del periodo di chiusura degli istituti scolastici (giugno–settembre 2022).

Poiché alla didattica è previsto l’affiancamento di iniziative ricreative e culturali, i progetti dovranno essere presentati da partenariati costituiti da almeno due soggetti ammissibili, in modo tale che sia garantita la coesistenza di entrambe le attività.

Le proposte potranno essere presentate entro le ore 18 del 6 giugno 2022.

Il budget a disposizione del bando è di 30.000 euro. Sarà sostenuto fino a un massimo di 10.000 euro per ciascuna proposta.

L’analisi qualitativa e quantitativa delle domande sarà effettuata da una Commissione Valutativa costituita da Fondazione di Piacenza e Vigevano e Banca di Piacenza, che ne predisporrà una graduatoria da sottoporre all’esame e alla deliberazione del Consiglio di Amministrazione della Fondazione. Nella valutazione saranno elementi premianti: qualità del progetto (chiarezza, concretezza, visione strategica); esperienze e professionalità dei soggetti del partenariato; capacità di costruire partnership e alleanze territoriali significative e persistenti; incidenza e coinvolgimento del territorio; innovatività.

Esigenze di chiarimento, domande tecniche sulla procedura di compilazione on-line e ogni altra richiesta relativa al Bando possono essere comunicate via mail a info@lafondazione.com o al numero 0523.311111.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank