Serie A2 – Trasferta ostica per l’Assigeco: si vola a Verona per strappare due punti – AUDIO

assigeco piacenza
Piacenza 24 WhatsApp

La partita contro la Fortitudo Bologna ha lasciato un po’ di amaro in bocca nell’ambiente Assigeco Piacenza. La grande rimonta della squadra nel quarto quarto è svanita insieme al tentativo da tre punti fallito da Bonacini a pochi secondi dalla fine, ma molti dei presenti al PalaBanca hanno percepito un possibile contatto falloso proprio ai danni della guardia biancorossoblu. Gli arbitri hanno però deciso diversamente, e la capolista Fortitudo ha potuto così aggiungere un’altra vittoria al loro già notevole bottino.

Digerita la sconfitta, ora per l’Assigeco Piacenza è il momento di prepararsi alla trasferta del PalaOlimpia AGSM AIM in cui alle 20:30 di sabato 20 gennaio affronteranno la Scaligera Verona. Reduci da un altro finale punto a punto, l’assistente allenatore Humberto Manzo confida che queste situazioni porteranno la squadra a crescere ulteriormente, e che in futuro il giovane roster sarà in grado di fare ancora meglio in questi finali concitati.

Le parole di Bonacini a Radio Sound

Il punto su Verona

Reduce dalla retrocessione in Serie A2 dopo un solo anno in massima categoria, la Scaligera Verona ha scelto comunque di confermare coach Alessandro Ramagli, che per il terzo anno consecutivo guiderà la formazione gialloblù. L’andamento finora positivo in campionato sta tutto finora confermando le alte aspettative dei tifosi, e attualmente i veneti occupano il quinto posto in classifica nel girone Rosso un record di 12 vittorie e 7 sconfitte. Nel ruolo di playmaker titolare troviamo Lorenzo Penna, tornato in terra veneta dopo l’esperienza della scorsa stagione a Forlì, che va a condividere il backcourt con Gabe Devoe, al secondo anno in Italia dopo la clamorosa stagione 2021/2022 all’Assigeco conclusa a un passo dalla finale playoff.

L’ala piccola titolare è Liam Udom, fratello minore di Mattia e al terzo anno alla Scaligera, mentre lo slot di ala grande è occupato dall’italo-statunitense Ethan Esposito, lungo molto versatile. Conclude lo starting five il newyorchese Kamari Murphy, l’anno scorso in Polonia. Dalla panchina nel settore esterni escono l’ex Trapani e Assigeco Federico Massone e Francesco Stefanelli, tiratore micidiale da oltre l’arco, oltre al classe 2001 Nemanja Gajic, anche lui un altro ex di serata. Nel settore lunghi troviamo il veterano Giulio Gazzotti, mentre Vittorio Bartoli non sarà della partita per un infortunio al menisco che l’ha costretto a un’operazione chirurgica.

Radio Sound
blank blank