Premiati i vincitori del XIV Concorso letterario Giana Anguissola di Travo

Piacenza 24 WhatsApp

Il vincitore della sezione Romanzi della XIV edizione del Concorso letterario nazionale Giana Anguissola è Attilio Facchini con l’inedito “Il cerchio magico”. 46 anni, frusinate, avvocato con la passione per le storie, Facchini ha già pubblicato una raccolta di racconti e un romanzo, ma è alla sua prima prova come autore per ragazzi.

Al primo posto nella categoria Racconti si è invece classificata Marina Rullo con “Una mattina di giugno”, una storia toccante ambientata a Roma durante il secondo conflitto mondiale.

La proclamazione dei vincitori è avvenuta ieri sera, sabato 2 settembre, nel cortile del castello di Travo, il borgo della Valtrebbia che da anni dedica il concorso letterario alla scrittrice piacentina Giana Anguissola (1906-1966) che in Val Trebbia trascorse tante estati della propria maturità, vivendo e lavorando nella torre del castello.

Alla cerimonia di premiazione, oltre ad autorità locali, giurati, finalisti e a un folto pubblico di appassionati, sono intervenuti il presidente di giuria Daniele Novara, la direttrice di Andersen Barbara Schiaffino e la studiosa di storia dell’editoria e letteratura per l’infanzia Carla Ida Salviati.

Casa di Cura

La serata è stata anche l’occasione per conferire un riconoscimento ai vincitori del Premio Giana Anguissola indetto dal Comune di Piacenza e dalla Biblioteca Giana Anguissola e rivolto alle scuole secondarie di primo e secondo grado di Piacenza e provincia con cui è stata inaugurata quest’anno una collaborazione che vuole essere un primo passo per creare future proficue sinergie tra le due iniziative.

Per la Scuola secondaria di primo grado è stata premiata Vittoria Montanari, prima classificata con il testo: “Tornerò”. “Ti aspetterò”. Per la Scuola secondaria di secondo grado i primi classificati, a pari merito, sono stati Vittoria Paratici e Alexandru Moisa con gli scritti: “Ophelia” e “Partendo dal nulla”.

Dopo la premiazione la serata è proseguita con la proiezione del video inedito di Roberto Dassoni e Augusta Grecchi “Giana Amica di Tutti”, che ricostruisce la permanenza della scrittrice Giana Anguissola in Valtrebbia a partire dai ricordi delle persone che la conobbero e la frequentarono.

Prodotto dal Comune di Travo con il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, il video si avvale delle testimonianze di Carla Gabbiani, Roberto Zermani, del figlio di Anguissola Riccado Kufferle e delle memorie raccolte dagli alunni della scuola media di Travo.

Casa di Cura

IL CONCORSO

Il Concorso, uno dei pochi in Italia di letteratura inedita per bambini e ragazzi, è organizzato dal Comune di Travo in collaborazione con la rivista Andersen, l’associazione Travolibri e la cooperativa Educarte e con il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano.

Dal 2021 la manifestazione ha il patrocinio del Ministero della Cultura e della Regione Emilia-Romagna.

Le opere in concorso, 30 racconti e 30 romanzi secondo i limiti imposti dal bando, sono state lette e valutate dalla giuria tenendo conto dell’originalità del contenuto, della qualità dello stile narrativo e dell’aderenza alla fascia di lettori di riferimento (6-9 per i racconti e 9-12 per i romanzi).

Con l’edizione 2023 è stata introdotta anche laGiuria Ragazzi, composta da una rappresentanza di studenti e studentesse della Scuola secondaria di primo grado di Travo. I giovani giurati hanno letto e selezionato il miglior racconto inedito che è stato premiato con una menzione d’onore.

LE OPERE VINCITRICI

Nella sezione Romanzi inediti per ragazzi l’opera che si è aggiudicata il 1° premio di 1.500 euro è Il cerchio magico di Attilio Facchini, che ha ricevuto anche il premio speciale “Libertà” assegnato dal Quotidiano di Piacenza. Il 2° premio di 400 euro è andato a Dead Pets of Frogtown. La leggenda di Scott Lamar di Nicola Lucchi, mentre il 3° classificato, il romanzo La banda degli smemorati di Gianandrea Frighetto,è stato premiato con un buono acquisto libri del valore di 250 euro.

Nella sezione Racconti inediti il 1° classificato è risultato Una mattina di giugno di Marina Rullo, che ha ottenuto anche il riconoscimento della Giuria Ragazzi. Il 2° premio è andato a Il regalo del mare di Claudia Belleffi e il 3° premio a Sogni per aria di Michela Guidi.

I vincitori della sezione Racconti sono stati premiati con buoni acquisto libri, servizi culturali e prodotti locali gentilmente offerti da Tenuta Borri, Azienda Agricola Trebbiola e Archeovea, gestore del Parco e Museo Archeologico di Travo.

LA GIURIA

La giuria che ha valutato la selezione delle opere in concorso è presieduta dal pedagogista Daniele Novara e composta da: la direttrice di Andersen Barbara Schiaffino; Carla Ida Salviati, saggista e studiosa di letteratura; Rosella Parma, già responsabile del Servizio Biblioteche del Comune di Piacenza; Valeria Depalmi, bibliotecaria del Comune di Travo; Roberta Chiapponi, docente; Giorgio Eremo, storiografo; Giovanni Battista Menzani, architetto e scrittore.

Il lavoro della giuria è stato affiancato da una giuria d’onore composta da Pietro Visconti, direttore del Quotidiano Libertà; Adele Mazzari, fondatrice del Concorso; Riccardo Kufferle, figlio di Giana Anguissola e Gaetano Rizzuto, già direttore del Quotidiano Libertà.

Dettagli delle opere vincitrici: sinossi, motivazioni, notizie biografiche sugli autori

ROMANZI

1° classificato Romanzi inediti per ragazzi

“Il cerchio magico” di Attilio Facchini

Sinossi

Nella classe di Grazia è arrivato un nuovo alunno, Alessandro. L’accoglienza non sarà semplice perché Alessandro è malato e non può condividere con i compagni una vita normale. L’amicizia di Grazia e Alessandro invece cresce di giorno in giorno: lei supera la sua timidezza e lui si sente trattato come tutti gli altri ragazzi. I due amici sono anche vicini di casa e spesso Grazia raggiunge Alessandro a fare i compiti nella sua stanza. Qui scoprirà un “ripostiglio” segreto dal quale si accede a una dimensione strana, diversa, fantastica, popolata da grandi orsi con corna e da lupi, caratterizzata da una ricca e fitta vegetazione: lo spazio del Cerchio Magico. Alessandro spiegherà che ognuno ha un Guardiano, un custode che si rende visibile al proprio umano quando giunge per lui il momento di oltrepassare il Cerchio Magico.

Valutazione

Il romanzo racconta una storia di amicizia e di mistero affrontando con delicatezza e garbo i temi della malattia e della perdita, rendendoli accettabili grazie alla visione magica del passaggio tra il mondo terreno e ultraterreno, tra il di qua e il di là del Cerchio Magico sorvegliato dai Guardiani che accompagnano questo viaggio. Il romanzo coinvolge il lettore pienamente e, soprattutto, permette ai più introversi e sensibili di immedesimarsi nei protagonisti e di trovare nella storia una grande forza.

46 anni, avvocato con la passione per le storie, Attilio Facchini inizia scrivendo sceneggiature per cortometraggi, che poi realizza insieme a un gruppo di strampalati amici.

Successivamente si dedica alla narrativa. Pubblica una raccolta di racconti intitolata “La terra dei Ciclopi” con Alcheringa Edizioni, e, a quattro mani con l’amico Marco Candullo, il romanzo “Un segreto ben custodito” per Libromania.

“Il cerchio magico” è il suo primo romanzo per ragazzi.

2° classificato Romanzi inediti per ragazzi

“Dead Pets of Frogtown. La leggenda di Scott Lamar” di Nicola Lucchi

Sinossi

Il romanzo racconta l’avventura di un gruppo di animali, qualcuno vivo e qualcuno no, che capitanato da una coniglietta zombi deve indagare sulla misteriosa identità di un cane scomparso.

Le vicende sono ambientate a Frogtown, e in particolare nel cimitero degli animali della città dove, per un sortilegio, gli animali defunti si rianimano durante la notte.

Valutazione

Testo originale e ironico nel quale le indagini dello strampalato gruppo si intrecciano alle vicende personali dei vari personaggi. Il narratore si rivolge direttamente al lettore stabilendo un dialogo continuo con lui. La morte è ridicolizzata e diventa un divertente stratagemma narrativo.

Nicola Lucchi è sceneggiatore, copywriter e autore di libri per grandi e piccini.

Per la realizzazione di progetti televisivi documentaristici e cinematografici ha collaborato con varie realtà produttive, tra le quali Discovery Channel Dea Film, New York Post, Fabula, MSNBC. Ha inoltre pubblicato libri per adulti e bambini con EdizioniEL, Bacchilega Junior, Bakemono Lab e Gribaudo. Come sceneggiatore ha lavorato alla realizzazione della serie “I grandi papi” trasmessa da NOVE e, per lo stesso canale, alle serie di documentari “Vizi e Virtù”. Ha contribuito allo sviluppo del film “Watch Them Fall”, numerosi cortometraggi e serie di animazione. Vincitore e finalista di premi internazionali (BAFF, Premio Solinas “Talenti in corto”, Premio Sonego, Lucca Project, Festival Giallo Garda, Giffoni ecc.). Ha di recente scritto la serie di documentari “Il discorso della montagna” in onda su Canale 5 alla fine del 2022. In qualità di autore ha scritto anche per varie riviste specializzate tra le quali Nocturno, Mistero magazine e Limina.

Attualmente impegnato nella scrittura di una serie di libri per ragazzi per il Gruppo Feltrinelli, vive e lavora tra Los Angeles e Milano, collaborando con realtà produttive italiane e americane.

3° classificato Romanzi inediti per ragazzi

“La banda degli smemorati” di Gianandrea Frighetto

Sinossi

Carlo vive con la madre e porta con sé grande sofferenza e rabbia per la morte prematura del padre. Mentre la madre, con grande fatica, cerca di superare la perdita, anche il nonno Ernesto si ammala. Perdite di memoria, segni premonitori di una malattia che a poco a poco gli farà dimenticare la propria identità. Seguito da una badante Ernesto vivrà per un po’ nella propria casa in Val Nebbia dando spazio, suo malgrado, a nuove personalità: Alfonso Filibustiere, pericoloso pirata, al quale fanno da contraltare l’ispettore Tsubasa ed Enigma. Carlo trascorrerà da lui le vacanze estive trovandosi alle prese con reali misteri e misfatti.

Valutazione

Testo originale, divertente, e allo stesso tempo profondo. L’Alzheimer, malattia che ha colpito il nonno, viene raccontata attraverso gli occhi del nipote Carlo. La banda degli smemorati non è altro che l’insieme delle personalità che nonno Ernesto assume di volta in volta: Alfonso Filibustiere il pirata, l’ispettore Tsubasa ed Enigma.

L’autore scrive di sé: Mi chiamo Gianandrea Frighetto e sono nato a Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, il 10 novembre 1992. Nella mia carriera scolastica ho frequentato il liceo linguistico della mia città e ho conseguito la laurea triennale in Economia aziendale all’Università di Trento. In seguito ho iniziato a lavorare nell’azienda cartotecnica di famiglia, dove sono tutt’ora, nel multiruolo di autista, dirigente e operatore produttivo.

Nel corso del 2017 ho ripreso gli studi come studente lavoratore e ho completato la specializzazione in Economia e Gestione dei Beni culturali alla facoltà Ca’ Foscari di Venezia.

Ad oggi convivo con la mia compagna e mia figlia a Rosà, sempre nel vicentino, e continuo a coltivare la mia passione della scrittura che mi ha portato a pubblicare il mio primo romanzo, dal titolo “Santa Kultura”, a fine ottobre 2022 con La Ruota Edizioni.

RACCONTI

1° classificato Racconti inediti per ragazzi

“Una mattina di giugno” di Marina Rullo

Sinossi

Il racconto, tratto da una memoria storica familiare, è ambientato a Roma durante il secondo conflitto mondiale al momento dell’arrivo degli Alleati. Protagonista è Piero, un ragazzino di 10 anni attraverso il quale si possono leggere la paura, le macerie e la povertà causate dalla guerra ma anche la gioia e la speranza che rinascono dopo la fine del conflitto.

Valutazione

Il racconto ha la capacità di avvicinare il giovane lettore alla Storia calandolo nel contesto e rendendolo protagonista.

Marina Rullo vive a Roma, dove si è laureata in lingue e letterature straniere moderne, per poi specializzarsi in traduzione letteraria presso l’Università Sapienza. Da allora lavora come traduttrice letteraria dall’inglese nella narrativa e saggistica sia per adulti sia per bambini e ragazzi. Tra gli autori per l’infanzia a cui è più legata è Michael Morpurgo, di cui ha tradotto numerosi libri. Con le sue traduzioni è stata finalista al Premio Amelia Rosselli (2007), al Premio Andersen (2016, 2020), al Premio Strega Ragazze e Ragazzi (2019). Con un’opera di Morpurgo si è classificata al secondo posto del concorso Xanadu 2016-2017.

Nel 1999 ha fondato il network per traduttori letterari Biblit, per il quale nel 2006 ha ricevuto il Premio speciale della Giuria del XXXII Premio Mondello-Città di Palermo. Per molti anni è stata impegnata sul fronte sindacale, prima come responsabile della Sezione Traduttori del Sindacato Nazionale Scrittori (SNS), poi come membro della Segreteria del Sindacato dei Traduttori Editoriali STRADE.

2° classificato Racconti inediti per ragazzi

“Il regalo del mare” di Claudia Belleffi

Sinossi

Santo abita in un paese che affaccia sul mare. Di mestiere fa il postino ma la sua passione è quella di raccogliere ciò che il mare quotidianamente restituisce. All’improvviso gli arrivano in dono un mocassino e una ballerina da bambina. Attorno a queste due calzature nasce l’idea di allestire un giardino dedicato che, in poco tempo, arriva ad ospitare più di mille scarpe trovate. La fantasia di Santo attribuisce ad ogni scarpa un proprietario e ne racconta una storia immaginaria fino a che, una notte, approdano sulla spiaggia naufraghi da zattere in balia del mare scortati dalle luci della polizia, tutti a piedi nudi. Nel dolore e nella speranza le storie delle calzature prendono una reale forma e con esse anche la solidarietà dei sentimenti e dell’essere umani.

Valutazione

Una storia toccante, poetica e allo stesso tempo potentemente attuale.

50 anni, padovana, una laurea magistrale in lettere moderne, Claudia Belleffi è insegnante e giornalista e condivide la sua vita con due figli e due gatti.

3° classificato Racconti inediti per ragazzi

“Sogni per aria” di Michela Guidi

Sinossi

La famosa fabbrica “Sottochiave”, specializzata in mobili con cassetti-portasogni è in crisi. A risollevarla saranno le idee del piccolo Francesco, grande sognatore: i sogni sono fatti per stare all’aria, pronti per prendere il volo mentre i cassetti vanno usati per conservare i ricordi, che altro non sono che sogni andati a buon fine.

Valutazione

Un racconto lieve fatto di sogni che vanno alimentati e di ricordi che vanno trattenuti e conservati con cura.

Bibliotecaria e autrice per l’infanzia riminese, Michela Guidi si è classificata seconda all’edizione 2020 del Concorso letterario Giana Anguissola con il racconto “Le domande di Nina”.

Per Feltrinelli Kids ha pubblicato: “La leggenda del paese dove nascono le parole” (2019), “Ecciù! La bibliotecaria ha il raffreddore” (2020) e “La scuola magica” (2021).

Iscriviti per rimanere sintonizzato!

Radio Sound
blank blank