Coronavirus, Piacenza esclusa dagli aiuti del governo. Barbieri scrive a Conte: “Siamo in zona rossa dal punto di vista economico”

l'Irpef a Piacenza rimarrà invariata fino al 2021

“Piacenza non è in zona rossa dal punto di vista sanitario, ma lo è dal punto di vista economico”. Il sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri, ha scritto al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Le misure di sostegno economico previste dal Governo per la zona rossa, infatti, non si estendono a Piacenza. Una decisione contro la quale si stanno sollevando i politici piacentini, da Tommaso Foti (Fratelli d’Italia) a Elena Murelli (Lega). Anche il sindaco Patrizia Barbieri fa sentire la propria voce e scrive al premier Conte.

blank

“E’ indispensabile intervenire anche a sostegno dell’economia piacentina; rinviando tasse, bloccando mutui e con stanziamenti a sostegno delle famiglie, delle imprese e dei lavoratori autonomi e subordinati”.

La lettera al presidente Conte

“Egregio Presidente e Autorità in indirizzo, presa lettura del comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 33, e in attesa di conoscere per esteso il provvedimento, richiamo il contenuto della mia richiesta del 26 febbraio per risollecitare misure urgenti per il territorio piacentino. La nostra realtà vede un crescendo di contagiati nonché di persone costrette all’auto isolamento.

Il problema sanitario si accompagna ad una ormai insostenibile e crescente crisi economica che riguarda tutti i settori; e questa si registra già da una settimana. Mi permetto di rilevare che in assenza di misure di sostegno come quelle adottate per la zona rossa, l’intero sistema piacentino avrà pesantissime ricadute che si ripercuoteranno sull’intero Paese. Chiedo quindi che la posizione di Piacenza venga correttamente ed adeguatamente valutata, restando a disposizione per fornire ogni e più concreto utile elemento atto ad inquadrare la situazione territoriale”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank