Filippo e Simone: Inzaghi da grandi numeri

I due allenatori nati e cresciuti a Piacenza stanno ottenendo risultati incredibili con le rispettive squadre, Benevento in B e Lazio in Serie A. 

blank

Lazio eccezionale: Tare e Lotito tentano di blindare l’allenatore piacentino

Quanto vale uno scudetto in termini economici? Se lo saranno chiesti in molti, ma per ciò che riguarda Simone Inzaghi il dato è certo e il prezzo è netto: 500 mila euro, questo il bonus che il patron Claudio Lotito ha pensato bene di inserire nel contratto rinnovato nel 2019 all’allenatore piacentino e che si aggiungerebbe ai due milioni di euro che il tecnico guadagna ogni stagione. Ora Lotito e Tare stanno cercando in tutti i modi di trattenere il giovane mister dei biancocelesti, accostato a panchine illustri come quella del PSG e del Barcellona, anche se Simone Inzaghi sembra assolutamente concentrato solo sulla sua Lazio, squadra che offre una delle migliori espressioni di calcio in tutta Europa. Indubbiamente ,se non si vuol parlare di “miracolo” Lazio poco ci manca: squadra che gioca molto bene, segna tanto, porta al goal tutti gli attaccanti e può contare su 16 uomini, giacché il sistema di gioco di Inzaghi è stato ben recepito dalla sua squadra, con cui lavora da ormai quattro anni, panchinari compresi. Non è un caso che i siti di scommesse pongano i biancocelesti di Immobile e compagni come la seconda favorita in assoluto per la vittoria del campionato di Serie A, alle spalle della “corazzata” Juventus. Simone Inzaghi è riuscito a valorizzare talenti come quello di Sergej Milinkovic-Savic, mettere a proprio agio la classe di Luis Alberto e piano piano integrare giovani come Luis Felipe e Danilo Cataldi. Insomma, Lotito avrà un bel da fare per trattenere il tecnico piacentino inseguito da tante squadre di alto livello. 

Vigorito innamorato di Pippo Inzaghi

Per un fratello che incanta la Serie A, ce n’è un altro che sta letteralmente dominando il campionato di Serie B: Filippo Inzaghi sta inanellando record su record con il Benevento del presidente Vigorito, il quale è talmente “affezionato” all’ex attaccante di Piacenza, Atalanta e Milan che lo ha riconfermato a febbraio, affermando che gli avrebbe rinnovato il contratto anche se la squadra fosse stata in zona retrocessione. Se non è una dichiarazione d’amore quella del presidente attivo nel mondo dell’energia eolica, poco ci manca, a testimonianza della grande stima che da sempre tutto l’ambiente giallorosso ha nutrito per “Super Pippo”. Inzaghi una promozione in Serie A l’aveva già sfiorata due anni fa con l’allora “sorpresa” Venezia, con cui aveva vinto il campionato di Lega Pro l’anno precedente: capace di raggiungere i play-off con i lagunari con cinque giornate d’anticipo, per poi perdere la semifinale contro il più quotato Palermo. Il futuro dell’ex bomber della nazionale campione del mondo nel 2006 sarà ancora in Campania, alla guida tecnica di un progetto che non conosce confini, potendo contare sull’entusiasmo e la potenza economica di Vigorito. 

Piacenza può dirsi assolutamente orgogliosa dei fratelli Inzaghi, talentuosi da calciatori e capaci come allenatori: il futuro per i due tecnici non può che essere roseo, visto e considerato che l’esperienza è attualmente l’unico elemento che manca ai due fratelli, ma avendo iniziato così giovani, possiamo aspettarci grandi risultati da parte di entrambi.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank