Il 4 maggio commedia benefica con “I amis ad Pontnur”

I amis ad Pontnur

Il 4 maggio commedia benefica con “I amis ad Pontnur”. Dialetto e beneficenza: un binomio riuscitissimo tanto più quando il nostro vernacolo riesce a divertire. E’ il caso della spassosissima commedia in dialetto piacentino in programma per la sera di sabato 4 maggio a Podenzano.

Sul palco dell’Oratorio parrocchiale “Don Bosco” la compagnia teatrale “I amis ad Pontnur” porterà in scena “Troppa grazia Sant’Antoni”, tre atti comici di Franco Zaffanella, con la traduzione e l’adattamento a cura di Luigi Pastorelli. Protagonista della pièce è Cecu, un onesto calzolaio, gran lavoratore, dedito alla famiglia, e comunista convinto, che riceve la notizia della decisione del figlio unico di farsi prete. Scoppia il dramma: nel tentativo di far cambiare idea al figlio, Cecu, aiutato da Livio, un amico di gioventù squattrinato e che millanta conoscenze e frequentazioni di alto livello, organizza un incontro con una “signorina di facili costumi”. Tuttavia l’incontro non darà i frutti sperati ed il povero Cecu si convincerà che la scelta del figlio di andare in seminario è legittima e va accettata. Ma il finale riserverà una sorpresa…

Personaggi ed interpreti: Ceccu sarà interpretato da Salvatore Lodigiani, mamma Bartina da  Teresa Tramonti, Federico da Emanuele Fornaroli, Rosina da Marilena Segalini, Richetta da Lucia Ferrari, Nando da Carlo Aldrighi, Camilla da Claudia Ghisoni, Livio da Renzo Merli, Valeria da Lucia Ferrari, Luigi da Uberto Galleani. Regista e rammentatrice Marinella Segalini.

L’ingresso è a offerta. Il ricavato della serata organizzata dalla compagnia teatrale di Pontenure in collaborazione con Avis e volontari “PaCe”, sarà interamente devoluto a sostegno di progetti e attività del Centro di solidarietà “La Ricerca – onlus” da quasi quarant’anni al fianco di   persone in difficoltà,  dei giovani con problemi di dipendenze e delle loro famiglie. Inizio spettacolo alle 21.