Limitazioni sulla 45, Anas presenta il nuovo piano. Che non piace ai sindaci

Limitazioni al traffico lungo la Statale 45, Anas presenta il nuovo piano.

La nuova ordinanza, atteso il preminente interesse pubblico della sicurezza della circolazione stradale, dovrebbe prevedere che:

Sul tratto dal km 90+500 al km 91+700 sarà disposta la limitazione a 20 tonnellate. Mentre dal km 61+720 al km 102+200 la limitazione a 44 tonnellate (escluso il tratto di cui sopra). Dovrebbe restare inoltre ferma l’ordinanza con limitazione a 5 t sul Ponte Lenzino previsto dall’ordinanza n. 60/2007 e la possibilità di richiedere autorizzazioni all’ANAS per i veicoli che eccederanno i limiti di cui all’art. 62 C.d.S.

Si è infatti tenuta questa mattina in Prefettura la terza riunione del tavolo tecnico per esaminare le prospettive e l’impatto sulla mobilità provinciale.

Alla riunione hanno partecipato i rappresentanti dell’ANAS, della Provincia, delle Unioni dei Comuni dell’Alta e della Bassa Valtrebbia, del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, del Comando Polizia stradale di Piacenza e della Compagnia Carabinieri di Bobbio.

Un tavolo tecnico avviato dopo le rimostranze dei sindaci. Secondo i primi cittadini, infatti, l’ordinanza era troppo restrittiva e non teneva conto dei diversi tratti di Statale. Inoltre i sindaci chiedevano di conoscere i tempi necessari per effettuare i lavori pianificati.

Gli interventi dovrebbero avere un termine presumibile di 30 giorni dalla data di inizio, salvo le condizioni meteo avverse o eventuali ulteriori criticità che dovessero emergere al termine dell’esecuzione lavori.

Lo scontento dei sindaci

Il nuovo piano, però, non trova il consenso dei sindaci: “La toppa è peggiore del buco” commenta il sindaco di Bobbio, Roberto Pasquali. Secondo i primi cittadini, infatti, le nuove limitazioni bloccheranno comunque l’alta Valtrebbia. Alla luce della nuova ordinanza, dunque, i sindaci interessati dalla 45 hanno dichiarato che ora studieranno come muoversi nei confronti di Anas.