Piacenza – Arconatese, i biancorossi sfidano la capolista

Piacenza - Arconatese
Piacenza 24 WhatsApp

Archiviato il buon pareggio di Desenzano, il Piacenza di Maccarone si prepara a vivere un’altra partita di cartello in questo campionato di serie D, se è possibile ancor più complessa della precedente. I biancorossi sono infatti terzi assieme a Pro Palazzolo e Varesina e possono contare sul capocannoniere Recino. Gli ospiti sono in vetta, con la miglior difesa del girone ed imbattuti fino a questo momento.

Ascolta in streaming PIACENZA – ARCONATESE (domenica, ore 15:00)
SEGUI CON NOI TUTTE LE PARTITE DEI BIANCOROSSI

Piacenza, da Desenzano è arrivato un punto, ma anche qualche certezza in più

Il risultato di Desenzano non rispecchia del tutto la verità: il Piacenza ha fatto la partita per quasi tutti i 90′, trovando il vantaggio con Recino e sfiorando con lo stesso goleador il raddoppio. Un piccolo calo nella ripresa ha portato al pari dei locali su uno dei pochi tiri in porta subiti (leggi qui).

Sicuramente la squadra di Maccarone può e deve migliorare: la rete subita è una situazione di gioco su cui troppo spesso i biancorossi vanno in difficoltà, ossia un traversone dopo un cambio di gioco con i difensori in ritardo. I segnali però sono positivi: il Piacenza avrebbe meritato i tre punti e Kernezo è stato tra i migliori in campo (ascolta i punti di vista di Andrea Amorini). La sensazione è comunque che mister Maccarone abbia finalmente trovato la quadra della formazione e che difficilmente cambierà l’unidici iniziale visto a Desenzano.

Sfida alla prima della classe: il capocannoniere contro la miglior difesa del girone

L’Arconatese è in vetta alla classifica e non è lì per caso: la squadra di Giovanni Livieri è imbattuta in questo torneo con 5 vittorie e due pareggi. Una squadra prolifica con diversi giocatori che possono trovare il gol, a cominciare dall’attaccante 19enne Enrico Mauthe Von Degerfeld. Il punto di forza degli oroblù è però la difesa, la migliore del torneo. 4 gol subiti in 7 gare sono davvero pochi, il Piacenza ne ha incassati ben 5 in più. D’altro canto i locali potranno contare su un Recino in forma straordinaria ed in vetta alla classifica dei cannonieri: per avere ragione di una retroguardia così solida però servirà anche l’apporto degli altri compagni. In poche parole il Piacenza dovrà anche saper essere meno “Recino dipendente” per non rischiare di risultare troppo semplice da leggere.

Una sfida già fondamentale

Non è una finale, perché sono troppe le gare da qui a fine campionato per definirla tale. Chiaro però che se il Piacenza dovesse perdere la distanza dalla vetta salirebbe a 7 punti e costringerebbe Silva e compagni ad una stagione ad inseguire una squadra che per ora di punti ne ha persi pochissimi. Vincere sarebbe invece un chiaro segnale che coronerebbe anche l’ottima prestazione della gara precedente. Insomma dal risultato di questa partita si potrà capire che tipo di campionato potrà fare questo Piacenza.

La probabile formazione

Piacenza (4-3-3) Moro, Moro, Iob, Silva, Baudouin, Santella, Gerbaudo, Bachini e Corradi, Kernezo, Recino, D’Agostino. All Maccarone

L’ottavo turno di campionato, domenica 15 ottobre, ore 15:00

Piacenza – Arconatese diretta su Radio Sound
Brusaporto – Caravaggio
Caldiero Terme – Pro Palazzolo
Castellanzese – Tritium
Clivense – Crema
Legnano – Club Milano
Ponte San Pietro – Desenzano
Real Calepina – Casatese
Varesina – Folgore Caratese
Villa Valle – Ciserano

La classifica

Arconatese 17; Caldiero Terme 16; Piacenza, Pro Palazzolo e Varesina 13; Brusaporto 12; Desenzano 11; Caldiero Terme, Folgore Caratese e Crema 10; Real Calepina 9; Caravaggio e Legnano 8; Ciserano 7; Tritium, Castellanzese, Clivense e Ponte San Pietro 6; Villa Valle 5; Club Milano 4

Radio Sound
blank blank