Grande settimana per il Piacenza Summer Cult 2024 dall’11 al 14 luglio: Schettini, De Gregori, sabato Russel Crowe e domenica Paolo Crepet

Piacenza Summer Cult 2024 Schettini De Gregori Crowe Crepet
Piacenza 24 WhatsApp

Grande settimana per il Piacenza Summer Cult 2024, serie di eventi che vanno in scena nel cortile di Palazzo Farnese e presso la storica ex Caserma Cantore, nuovo spazio per l’estate culturale che si apre quest’anno alla città grazie al supporto della Fondazione di Piacenza e Vigevano. Inizio degli eventi alle ore 21.15.

11 luglio – Vincenzo Schettini

In tutta Italia sono milioni le persone che seguono le lezioni di fisica del professor Vincenzo Schettini, tra Instagram, Facebook, You Tube e TikTok. Un fenomeno recente, esploso negli ultimi anni. O meglio, nel 2017, quando Schettini – una laurea in Fisica, una cattedra alle superiori – ha deciso di postare il suo primo video, oggi virale. Il suo segreto? L’empatia. La possibilità davvero unica di entrare in sintonia con tutti, complice quella sensibilità tutta da insegnante follemente innamorato della propria materia.

Ascolta l’intervista di Vincenzo Schettini a Radio Sound

La sua simpatia travolgente e la sua competenza scientifica non sono esclusivamente fonte di ispirazione per migliaia di studenti, ma qualità che hanno costruito una vera e propria fanbase: bambini, genitori, altri insegnanti. Insomma, Vincenzo Schettini è un prof amato davvero da tutti.
Adesso il Prof Schettini approda finalmente a Palazzo Farnese, trasformando il palcoscenico in una grande aula scolastica, in cui tutti gli spettatori saranno di nuovo allievi, per una lezione tanto affascinante da diventare un viaggio travolgente.
Insomma amanti della fisica o nostalgici delle lezioni al liceo, semplici curiosi curiose o assetati di sapere, il prof. Vincenzo Schettini si è attrezzato per accontentare tutti.

12 luglio – Francesco De Gregori

A distanza di oltre 2 anni dall’ultimo tour solista, Francesco De Gregori sarà in concerto a Palazzo Farnese.
Sul palco, il cantautore romano proporrà al pubblico i brani con cui ha segnato per sempre la storia della musica italiana, accompagnato dalla sua band composta da Guido Guglielminetti (basso e contrabasso), Carlo Gaudiello (tastiere), Primiano Di Biase (hammond), Paolo Giovenchi (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino) e Simone Talone (percussioni). Corista: Francesca La Colla.
Aprirà i concerti Angela Baraldi, già ospite di alcuni tour del cantautore romano, la prima volta nel 1993.

13 luglio: Russell Crowe

Russell Crowe, attore premio Oscar, che ha vinto circa 40 premi internazionali, tra cui BAFTA, SAG, Academy Award, Golden Globes, ha annunciato, durante il Festival di Sanremo, le date italiane del suo tour che lo sta portando in giro per il mondo insieme alla sua band.
Ho sempre avuto un’attrazione nei confronti dell’Italia”  ha detto Russell Crowe nella presentazione del tour a Sanremo“ è un qualcosa che ho sempre percepito per tutta la mia vita.
Da adulto, tornando in Italia, mi sono reso conto di quanto fosse forte questo legame. È affascinante pensare che questo Paese abbia dato al Mondo un grandissimo contributo, in termini di cultura e dal punto di vista sociale. Sono cresciuto in una casa dove si ascoltava tanta musica, era uno sfogo creativo molto importante.
La musica per me è stata sempre centrale: alle superiori il mio obiettivo era fare musica. A 16 anni facevo concerti nei piccoli teatri, a 17 ho inciso il mio primo disco. Sono 35 anni che faccio cinema, ma la musica c’è da molto prima
”.
Russell Crowe sarà accompagnato sul palco dai The Gentleman Barbers. I rapporti all’interno della band risalgono a 30 anni fa. David Kelly (batteria) e Stewart Kirwan (tromba) erano membri dei Thirty Odd Foot of Grunts, oltre a suonare con Crowe in The Ordinary Fear of God, che includeva Stuart Hunter (piano) e Chris Kamzelas (chitarra). James Haselwood (basso) si è inserito perfettamente all’interno della band che vede anche le splendide voci di Stacey Fletcher, Susie Ahern e Britney Theriot. In questo tour ci sarà anche Lorraine O’Reilly: con Crowe per un duetto nell’album dei Bible Code Sundays “Walk like Kings”, sono diventati amici e si sono esibiti insieme dal 2017.
Rivisitiamo numerosi successi della storia della musica” conclude Crowe “ridando vita a brani iconici, attraverso nuovi arrangiamenti, per regalare al pubblico un’esperienza davvero straordinaria”.

14 luglio: Paolo Crepet

Inutile negarlo, girarci attorno. Viviamo tra nuove guerre, migrazioni di massa, povertà che si ammassano nelle grandi città, vecchie e nuove droghe dilagano, ansie e angosce trovano insuete espressività. Come se un’antica cicatrice interiore fosse tornata a condizionare il tempo presente.

Paolo Crepet a Radio Sound: “A forza di essere insensibili, non ci godiamo le bellezze del mondo” ascolta l’intervista
Eppure molti continuano a cercare, forse proprio perché l’eclissi della ragione coglie un’umanità sempre più smarrita. Proprio adesso che una parte del pianeta pensava di aver conosciuto benessere e allungamento della vita, mi chiedo dove siano andate a finire le nostre emozioni, perché in tanti tendono a relegarsi in una solitudine che accomuna giovani e adulti, vecchi e bambini. Siamo all’età dell’insensibilità?
Il rischio c’è ed è sempre più forte. Occorre parlare di questa potenziale eclissi di una parte della nostra sfera emotiva, le complicità e le omissioni che tendono a tradire l’identità più profonda di ogni essere umano.
Per tornare a “mordere il cielo” occorre ritrovare il coraggio di nuove eresie, rinnovare ribellioni per inseguire le nostre unicità, diffidando di quella grigia normalità dietro la quale si nasconde il sinistro rumore della neutralizzazione dell’anima.

Piacenza Summer Cult 2024: Schettini De Gregori Crowe Crepet

Informazioni e prevendita, clicca qui.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank