Processo Grimilde, anche Presidenza del Consiglio e ministero delle Infrastrutture tra le parti civili

Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza
blank blank blank

Presunte infiltrazioni di ‘ndrangheta in Emilia Romagna. Definite le parti civili al processo Grimilde e tra queste compaiono anche il Comune di Piacenza e la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Parliamo del processo che vede indagati alcuni componenti della cosca Grande Aracri, in primis Francesco e i figli Paolo e Salvatore. L‘inchiesta aveva portato all’arresto di Giuseppe Caruso, ex presidente del consiglio comunale di Piacenza.

L’inchiesta aveva coinvolto in tutto 83 persone.

Si sono costituiti anche la Regione Emilia Romagna, i comuni di Reggio Emilia, Brescello e Zola Predosa, CGIL, CISL e Uil Emilia Romagna, Camera del Lavoro di Reggio e di Piacenza. Non solo, la lista include anche il Ministero delle Infrastrutture, l’Agenzia dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, Associazione Libera e tre imprenditori che si ritengono parte lesa.