Punti di vista: “Due Piacenza in uno”. L’analisi di Andrea Amorini dopo il pari nel derby – AUDIO

Punti di vista, Piacenza calcio

E’ approvato scientificamente che i “punti di vista” di Andrea Amorini siano la lettura preferita da ogni tifoso del Piacenza calcio

E’ ancora un pareggio a segnare la strada del Piacenza, ma questo ha una faccia completamente diversa rispetto allo 0-0 contro l’Imolese. I biancorossi fermano la Reggiana sul 2-2, e recriminano per qualche occasione che poteva portarli alla vittoria. Alla solita rete di Paponi c’è l’accompagnamento dal tuttofare Della Latta, ma Franzini sorprende tutti cambiando modulo.
Il Piace rimane al settimo posto, con la vetta che dista 11 punti.

L’analisi dell’esperto di Radio Sound

Un pari che non fa classifica, ma che deve rappresentare una svolta.

Già, perché c’è stato un Piacenza con la difesa a cinque (3-5-2), ed un Piacenza ridisegnato con la difesa a quattro (4-4-2).

Il primo Piacenza teneva palla ma non era mai pericoloso, e su ogni contropiede andava in difficoltà. Mentre il secondo Piacenza, con l’avanzamento di Della Latta in mezzo al campo, prendeva decisamente il controllo del campo creando tante occasioni e segnando due reti.

Cosa dedurre?

La svolta secondo noi vuol dire una sola cosa: abbandonare l’idea di tenere in difesa Della Latta e metterlo nel cuore nevralgico del gioco, con la proposta che prevede le due punte. La logica conseguenza è puntare sulla difesa a 4.

Se questa svolta è tardiva nell’ottica primo posto, questo Piacenza, con i giusti correttivi in sede di mercato, può recuperare tante posizioni perché in una singola partita non è inferiore a nessuno.

I punti di vista in formato video sul pareggio del Piacenza calcio