Dalla digitalizzazione alla gestione dei servizi, un progetto tra istituzioni per supportare i piccoli comuni

Presentata questo pomeriggio (7 settembre 2022) in Prefettura l’iniziativa di supporto e affiancamento ai Comuni di piccole dimensioni della Provincia, promosso dal Prefetto di Piacenza, con la collaborazione di Anci Emilia Romagna, il Coordinamento Piccoli Comuni di Anci Emilia Romagna e la sede piacentina dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

blank

All’incontro erano presenti l’Assessore Regionale al Bilancio, la Direttrice di ANCI Emilia-Romagna, la Coordinatrice Piccoli Comuni di ANCI Emilia-Romagna, la Direttrice del Centro di ricerca per il Cambiamento delle Amministrazioni Pubbliche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (CeCaP) e i Sindaci dei piccoli comuni.

L’obiettivo del progetto è offrire un supporto agli enti locali, per fare fronte alle molteplici sfide che l’attuale contesto storico pone:

  • sviluppare e rafforzare competenze strategiche per promuovere innovazione interna ed esterna, favorendo l’accessibilità, la semplificazione, la trasparenza e la crescita digitale nell’azione amministrativa;
  • arricchire il patrimonio di competenze dei funzionari pubblici, attraverso processi innovativi di apprendimento, che consentano lo sviluppo di una cultura professionale e organizzativa, unitaria e condivisa;
  • promuovere lo sviluppo del territorio attraverso la valorizzazione di politiche e servizi attenti ai nuovi bisogni della società provinciale, fondati sul passaggio ad una cultura organizzativa adattiva, dando valore a risultati e impatti ottenuti dalle esperienze, innovando la programmazione delle politiche pubbliche in generale e favorendo strategie di collaborazione e integrazione tra gli Enti.

In particolare, sarà attivato un laboratorio aperto di innovazione, ossia un percorso di progettazione partecipativa e condivisa tra gli Enti, in cui si generino scambio e confronto di idee per la valorizzazione del territorio e l’adozione di politiche comuni.

blank

La prima fase consisterà nella mappatura dei fabbisogni formativi negli Enti, mediante la somministrazione di un questionario sui seguenti temi:

  • Digitalizzazione,
  • Legalità e buona amministrazione,
  • Sostenibilità e sviluppo del territorio,
  • Contabilità pubblica,
  • Valore pubblico e performance organizzativa,
  • Europrogettazione, project management e rendicontazione di progetti PNRR,
  • Forme di collaborazione e gestione associata di funzioni e servizi.

Il Prefetto Daniela Lupo ha dichiarato che “Il Progetto di supporto formativo ai piccoli comuni nasce dall’ascolto e dall’analisi dei bisogni delle realtà più piccole della provincia nell’ottica di far conoscere loro gli strumenti disposizione per il potenziamento della struttura amministrativa, attraverso la messa a sistema con Anci-piccoli comuni di un’importante risorsa di questo territorio qual è l’Università Cattolica Scaro Cuore.”

L’Assessore Regionale al Bilancio, Paolo Calvano ha ricordato che “La Regione sostiene le forme associative dei Comuni e ogni iniziativa volta al loro supporto in quanto la tenuta dei Comuni è fondamentale per l’intero sistema.”

La Coordinatrice Piccoli Comuni di ANCI Emilia-Romagna, Claudia Ferrari (Sindaco di Sarmato), “Come coordinatrice dei piccoli comuni Anci Emilia-Romagna” si è dichiarata “convinta della necessità, per chi amministra realtà più contenute, quindi con meno struttura organizzativa, di avere gli strumenti per rispondere alle molteplici sfide che il contesto attuale ci pone”.

blank

Ha quindi ringraziato  “l’Università Cattolica e la Prefettura per la disponibilità a dare forma a quest’idea nata dall’ascolto delle necessità di sindaci e sindache strutturando un percorso formativo che sia quanto più possibile utile ed efficace ad arricchire le competenze degli amministratori e quindi a valorizzare e sviluppare il territorio”.

La Direttrice del Centro di ricerca per il Cambiamento delle Amministrazioni Pubbliche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Prof. Maria Elena Zuffada  ha osservato che “I comuni di piccole dimensioni, che rappresentano una percentuale rilevante degli enti locali del nostro Paese, sono chiamati a svolgere le loro funzioni in un contesto di forte turbolenza e al tempo stesso di grandi opportunità; si pensi ai fondi PNRR. Essi presentano però caratteri strutturali di forte criticità, dovuti alla scarsità di risorse, di competenze professionali, di capacità progettuali. Le sfide che i piccoli comuni devono affrontare per rispondere ai bisogni del territorio sollecitano a considerare l’adozione di logiche di cooperazione inter-istituzionale e la costruzione di network collaborativi.

Il percorso formativo proposto dal Centro per il Cambiamento delle Amministrazioni Pubbliche si propone di sviluppare le competenze dei funzionari pubblici relativamente a temi di grande attualità quali ad esempio: digitalizzazione, project management, anticorruzione centrali nell’attuale contesto ed attraverso processi innovativi di apprendimento e la metodologia didattica proposta di consolidare una cultura professionale e organizzativa, unitaria e condivisa, con il confronto di idee e proficui scambi di buone pratiche.”

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank