Il Valtidone Wine Fest celebra un successo da oltre 20 mila visitatori

Piacenza 24 WhatsApp

 “Una vetrina straordinaria per il nostro territorio e le sue eccellenze, a partire dal vino e dalla produzione vitivinicola, indiscussa leva economica e sociale della Val Tidone”. Così si presenta il Valtidone Wine Fest e così si conferma anche in questa quattordicesima edizione che va agli archivi con numeri da record: oltre 20 mila visitatori nelle quattro tappe della rassegna, molti provenienti dai territori limitrofi, ma anche da più lontano; migliaia i calici degustazione e centinaia le degustazioni guidate che hanno unito il vino ai prodotti e piatti locali; tanti gli eventi collaterali che hanno reso l’edizione di quest’anno la più inclusiva e partecipata anche da famiglie, giovani e bambini attratti dai tanti spettacoli proposti.

“È stata una vera e propria festa della Val Tidone – commentano in coro Monica Patelli, Manuel Ghilardelli, Franco Albertini e Gianpaolo Fornasari, sindaci dei quattro comuni promotori, ovvero Borgonovo Val Tidone, Ziano Piacentino, Alta Val Tidone e Pianello Val Tidone –. Grazie alla preziosa collaborazione tra enti, associazioni, privati e produttori, riusciamo da ormai 14 anni a realizzare un evento itinerante che è diventato la più grande rassegna del vino piacentino che ha fatto scuola anche in altre parti del territorio”.

Ogni tappa del festival ha messo in luce le proprie caratteristiche specifiche: a Borgonovo Val Tidone è andato in scena il binomio Ortrugo & Chisöla che accompagna il vino autoctono piacentino con la tradizionale focaccia con i ciccioli de.co.. A Ziano Piacentino, in occasione della più antica Festa dell’Uva della provincia, sono saliti alla ribalta i 3 salumi dop – pancetta, coppa e salame – abbinati al Malvasia. In Alta Val Tidone con i vini macerati si è proposto l’abbinamento ai piatti della tradizione a partire dal batarò e con i passiti il buslàn, dolce antico quanto popolare. Per finire con il frizzante, particolare caratteristica dei vini piacentini, che trovano nel Gutturnio il suo re alla cui corte si uniscono piatti e prodotti della Val Tidone.

Un menu capace di soddisfare il palato di tutti ma soprattutto un evento in grado di unire l’aspetto culturale alla dimensione popolare. “Il ringraziamento è a tutti coloro che insieme alle Amministrazioni lo rendono possibile – continuano i 4 primi cittadini – a partire dai produttori e senza dimenticare i volontari, forza inesauribile delle nostre comunità. E, non ultimi, gli sponsor che ci permettono di rinnovare ogni anno, da 14 anni, un appuntamento unico. Abbiamo l’ambizione, da sempre, di rendere la Valtidone un marchio turistico di primario livello e sappiamo di averne le potenzialità. Con il lavoro costante e l’impegno comune siamo certi che potremo imporci sempre più a livello nazionale e anche internazionale come meta turistica prioritaria”.

La 14esima edizione del Valtidone Wine Fest – promossa come detto dalle Amministrazioni di Borgonovo Val Tidone, Ziano Piacentino, Alta Val Tidone e Pianello Val Tidone – ha avuto il patrocinio di Regione Emilia-Romagna e Provincia di Piacenza, la collaborazione del consorzio vini Colli Piacentini e il supporto di Camera di Commercio, Banca di Piacenza, Cantina Valtidone e Cantina di Vicobarone.

Tutte le informazioni e le foto della rassegna 2023 sono visibili sul sito www.valtidonewinefest.it.

Radio Sound
blank blank