Violenza sessuale, il Comune si costituirà parte civile. Sui social minacce e insulti all’avvocato del 27enne

blank
Piacenza 24 WhatsApp

Violenza sessuale, il Comune si costituirà parte civile durante il processo. Lo ha deciso l’amministrazione comunale guidata da Katia Tarasconi, durante la riunione di giunta che si è tenuta ieri pomeriggio. Lo shock per quanto accaduto domenica mattina in via Scalabrini ha coinvolto tutta la città e l’amministrazione ha preso questa decisione per lanciare un messaggio forte a difesa dell’immagine di Piacenza e per far sentire la propria vicinanza alla vittima.

In attesa che il processo inizi, il presunto stupratore, Sekou Souware, 27enne originario della Guinea, si trova in carcere alle Novate. Si tratta di un uomo “richiedente asilo politico” dal 2014 come ha ribadito il suo legale Nadia Fiorani. Abita a Reggio Emilia ma lavora a Piacenza come magazziniere.

A proposito del suo legale, Nadia Fiorani, nel frattempo sui social è esploso l’odio incontrollato e ingiustificato di alcuni utenti, i quali hanno preso di mira la legale che difende il presunto aggressore. La donna racconta di aver ricevuto minacce e insulti sul proprio profilo Facebook.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank