Acquistava la droga e riforniva gli amici, 16enne incastrato dalla polizia locale e denunciato

Dalla segnalazione da parte di alcuni cittadini scatta una brillante operazione antidroga che vede protagonista un ragazzino di 16 anni. In azione la polizia locale di Piacenza che ha potuto contare anche sulla collaborazione di Acer e sulla rete di videosorveglianza installata in questi ultimi tempi.

blank

“Un’operazione che conferma l’importanza degli investimenti effettuati in questi anni nell’ambito della sicurezza. Le segnalazioni dei cittadini vengono sempre prese in considerazione, magari è necessario attendere un po’ di tempo prima che si possa intervenire, ma la polizia locale è sempre pronta ad ascoltare la cittadinanza”. Queste le parole di Luca Zandonella, assessore alla Sicurezza.

Nello specifico le indagini sono iniziate nel novembre 2020 da una segnalazione di alcuni residenti ai Servizi Sociali. In questo caso la polizia locale ha iniziato a monitorare la situazione tra i condomini Acer di viale Patrioti; da un po’ di tempo a questa parte alcuni residenti lamentavano una convivenza difficile a causa di movimenti e giri sospetti.

Gli agenti hanno organizzato 47 servizi di monitoraggio, hanno controllato 37 persone e 11 veicoli oltre a un’attività commerciale. Alla fine hanno scoperto che un ragazzino di 16 anni riforniva amici, e non solo, di hashish. In sostanza si riforniva di droga e la portava ai propri clienti, trattenendo per sé una parte dello stupefacente o parte del denaro. L’operazione è scattata nei giorni scorsi. Mentre il ragazzino era intento a distribuire la droga è infatti passata una pattuglia dei carabinieri che nulla aveva a che vedere con quel caso. Una coincidenza che però ha spinto i giovani a gettare la droga. A quel punto la polizia locale ha messo in campo Ector, il cane dell’unità cinofila. I ragazzini avevano distrutto la droga tritandola con le scarpe sul terreno, ma l’agente a quattro zampe ha comunque fiutato e confermato la presenza di sostanze proibite. Alla fine il 16enne è stato denunciato, mentre tre persone (due minorenni e un 19enne) sono stati segnalati alla prefettura come assuntori.

In questa operazione è stato fondamentale il drug test, un macchinario in grado di analizzare la presenza di droga sulle mani del “sospetto” o su oggetti da lui toccati.

blank

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank