Migliaia di visitatori nella giornata inaugurale di Apimell, Seminat e Buon Vivere. Presente anche una delegazione di studio di apicoltori israeliani – FOTO

Partenza in grande stile per l’edizione 2022 di Apimell, Seminat e Buon Vivere, le tre fiere primaverili all’insegna del verde, della natura e delle tipicità enogastronomiche inaugurate questa mattina a Piacenza Expo, dove rimarranno allestite anche domani e domenica (orario dalle 9.00 alle 18.30).

blank

Nelle giornata inaugurale sono infatti stati migliaia i visitatori, provenienti da tutto il nord Italia ma anche da Francia, Svizzera, Austria, Germania e Slovenia, che hanno riconfermato la loro fedeltà a una rassegna fieristica capace di unire, nello spazio di due padiglioni, il mondo dell’apicoltura con tutte le novità relative ai prodotti dell’alveare, quello del florovivaismo con attrezzi, materiali e strumenti per il giardinaggio e l’orticoltura, e le eccellenze e le tipicità enogastronomiche di ben dodici regioni italiane.

blank
blank

Centoventidue gli espositori presenti per Apimell, sessanta per Buon Vivere e trentotto per Seminat, grazie a un allestimento fieristico concepito sulla base delle attuali disposizioni normative in tema di sicurezza e tutela della salute. Un nuovo layout gradito sia agli espositori che ai visitatori, ma anche più agevole per chi desidera vedere da vicino le novità esposte in fiera. E di novità, Apimell, Seminat e Buon Vivere ne hanno offerte anche quest’anno, a partire dalle soluzioni sempre più ecocompatibili non solo per l’apicoltura ma anche per la cura di orti e giardini.

blank

Una fiera sempre più internazionale grazie a Piacenza Expo, che per questa edizione 2022 ha organizzato la presenza di cinque operatori israeliani del settore apicoltura attraverso il progetto “Open me – On Piacenza Expo Network – Matching Exhibitors” nell’ambito del Bando varato dalla Regione Emilia Romagna “Fiere e Filiere digitali”. Un bando basato proprio sull’internazionalizzazione digitale del sistema fieristico regionale e che ha previsto, tra le azioni del progetto, la visita di operatori del bacino del Mediterraneo, ma anche la realizzazione di specifiche campagne web di comunicazione. I cinque operatori presenti, selezionati attraverso gli Uffici ICE di Tel Aviv (Israele), hanno potuto relazionarsi con diverse aziende espositrici della Regione oltre a effettuare una visita guidata alla scoperta delle bellezze e dei tesori artistici di Piacenza.

blank

“Un ottimo afflusso di visitatori – sottolinea l’Amministratore Unico di Piacenza Expo, Giuseppe Cavalli – in un momento ancora parzialmente segnato dall’emergenza sanitaria. Avevamo già avuto segnali positivi con Pantheon e anche con un appuntamento tecnico per operatori professionali come Tomato Word. E’ un riscontro positivo al continuo e incessante lavoro svolto in questi mesi dalla nostra struttura operativa, che ancora una volta ci ha permesso di mettere al centro il nostro territorio e di offrire a oltre duecento espositori una vetrina fieristica di livello internazionale, che il pubblico dimostra di apprezzare”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank