Reinventare l’area dell’ex Consorzio Agrario, 90 studenti per progettare la Residenza per Studenti – AUDIO

area ex Consorzio Agrario

Reinventare l’area dell’ex Consorzio Agrario, 90 studenti per progettare la Residenza per Studenti Molino dell’Orto.

blank

Negli ultimi anni è emersa sempre più evidente la problematica legata al continuo aumento del numero di siti industriali dismessi, spesso totalmente abbandonati. Si tratta di una criticità rilevante, in termini ambientali e di decoro urbano, alla quale va prestata grande attenzione. In particolare perché esiste una minaccia dal punto di vista ambientale, ma anche in termini paesaggistici. Pertanto, un minuzioso intervento di messa in sicurezza, recupero e valorizzazione di tali siti rappresenta un’occasione di rilancio per l’economia del territorio. Ed è questo è lo scenario presente anche a Piacenza pensando all’area dell’ex Consorzio Agrario.

Il tema è stato trattato dal seminario, proposto dal Consorzio Terrepadane, in collaborazione con il Politecnico di Milano, intitolato Residenza per Studenti “Molini degli Orti”.

L’obiettivo del seminariospiega il Prof. Roberto Bolici del Politecnico di Milanoè stato intravedere quali possibili funzioni insediare all’interno dell’area dismessa dell’ex Consorzio Agrario. Per altro che si trova a ridosso del centro storico, quindi di grandi interesse. L’idea è stata quella di affidare a 90 studenti il compito di progettare in uno spazio specifico, in un’area destinata alla residenza speciale, uno studentato. Si tratta della Residenza per studenti. Come mai c’è questo interesse? E’ semplice, perché il Consorzio è un’area importante che ha offerto negli anni grandi capacità di sviluppo di produzione, ma anche aspetti importanti a livello culturale e sociale. Piacenza vuole essere una città universitaria e per esserlo l’accoglienza degli studenti è un fattore importantissimo. E’ un tassello che manca.

blank

Perché fare un seminario su questo tema?

Per far assistere ai giovani un momento di dibattito sul tema e per la presenza di alcuni relatori che conoscono perfettamente la tematica dello studentato. Dietro a questo c’è tutta una normativa di riferimento che dà le indicazioni per dimensionare correttamente la Residenza. Pensate che lo studentato è nato in Italia e poi è stato asportato nel mondo. Però la nostra nazione risulta tra quelle con il più basso numero di strutture di questo tipo. Se un paese vuole risultare soggetto ad attirare studenti, gli alloggi assumono un ruolo fondamentale, ma anche un valore aggiunto alla città. 

AUDIO INTERVISTA

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank