Coronavirus, verifiche anche nel Piacentino

Coronavirus

Dopo i casi di coronavirus nel Lodigiano la Ausl di Piacenza ha avviato verifiche e controlli anche sul territorio emiliano: il collega rientrato dalla Cina con cui il paziente 38enne è uscito a cena lavora infatti per un’azienda di Fiorenzuola d’Arda (Piacenza). I controlli della Ausl sul territorio sono quindi volti a verificare gli eventuali contatti dell’italiano rientrato dalla Cina con dipendenti piacentini dell’azienda.

blank

Giuseppe Conte: isolamento per tutti colo che sono venuti a contatto – AUDIO

Il 38enne contagiato lavora nella sede della multinazionale dell’azienda UNILEVER ITALY HOLDINGS S.R.L

Coronavirus, un contagiato ricoverato all’ospedale di Codogno. Altri due contagiati: la moglie e una terza persona

E’ di 2.247 morti, 18.440 guariti e  76.497 contagiati nel mondo l’ultimo bilancio ufficiale dell’epidemia di Coronavirus. Intanto si registrano i primi tre casi di contagio anche in Lombardia

Ecco tutti gli ultimi aggiornamenti

  • E’ in prognosi riservata con insufficienza respiratoria all’ospedale di Codogno (Lodi) un 38enne che è risultato positivo al coronavirus. Le sue condizioni sono ritenute molto gravi
  • Altre due persone venute in contatto con il 38enne sarebbero state contagiate: una è la moglie, l’altra un amico. Entrambi sono stati ricoverati al Sacco
  •  La Regione Lombardia invita “tutti i cittadini di Castiglione d’Adda e di Codogno, a scopo precauzionale, a rimanere in casa e ad evitare contatti sociali”
  • Toti: “Sei cinesi sono stati portati in ospedale a Genova per controlli”
  • Hanno lasciato la Cecchignola dopo la quarantena tutti gli italiani rimpatriati da Wuhan
  • Coronavirus, il 38enne al corso della Croce Rossa – GLI SPOSTAMENTI
  • Coronavirus – La moglie del 38enne è incinta

A vaglio strutture militari per quarantene 

In merito alla vicenda del nuovo caso di contagio da Coronavirus a Lodi, si stanno valutando in queste ore la necessità e le esigenze sul territorio, anche riguardo all’ipotesi di eventuali strutture militari di supporto per la quarantena. Lo si apprende da fonti della Difesa, che opera in stretta collaborazione con le altre istituzioni per affrontare l’emergenza. 

Coronavirus – Le raccomandazioni

I contatti del 38enne

E’ andato a correre e poi al lavoro, ha giocato a pallone e ha preso parte a tre cene: e’ quanto avrebbe fatto negli ultimi 4 giorni il 38enne lodigiano ricoverato con il Coronavirus, secondo quanto ricostruito dai medici che da giovedi’ lo hanno in cura. L’uomo lavora per una multinazionale che ha una sede a Casalpusterlengo. I sanitari stanno inoltre cercando di ricostruire cosa abbia fatto e chi abbia incontrato in questi ultimi giorni la moglie, che da quanto accertato al momento sembrerebbe pero’ aver avuto meno contatti del marito.

Decine i contatti con paziente ricoverato

Sarebbero diverse decine, forse una sessantina, le persone che hanno recentemente avuto contatti con il paziente affetto da Coronavirus ricoverato a Codogno (Lodi) in gravi condizioni. Per tutti quelli individuati è stata disposto un periodo di quarantena. Sabato mattina, il paziente affetto da Coronavirus, ha partecipato a un corso organizzato dalla Croce Rossa a Codogno. Sempre nelle ore precedenti ai sintomi, aveva giocato una partita di calcio con amici con la squadra di un bar del paese. E’ quanto apprende l’AGI da fonti regionali.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank