Daspo di due anni per un 50 enne tifoso biancorosso a causa dei fumogeni durante Piacenza-Vicenza

daspo

DASPO di due anni per un tifoso 50enne del Piacenza calcio a causa di un paio di fumogeni accesi durante Piacenza calcio-Vicenza del 13 ottobre. La sentenza è stata combinata della Questura di Piacenza dopo la visione dei filmati inerenti alla partita.

Al tifoso biancorosso viene contestato il fatto di aver superato le leggi sul divieto di utilizzare oggetti pericolosi all’interno dello stadio. Rischiando di causare danni a sé stesso e per gli altri.

Sempre a causa dell’accensione dei fumogeni, il tifoso è stato inoltre denunciato per violazione articolo 6 bis della legge 401.

Brutte notizie anche in campo

Brutte notizie anche per i biancorossi: l’attaccante Pape Sylla e il capitano Antonio Pergreffi saranno infatti costretti a saltare, per somma di cinque ammonizioni, il match esterno con la Virtusvecomp Verona. Mister Franzini dovrà quindi fare a meno del potente attaccante africano e del suo totem difensivo.

In cosa consiste il DASPO

Il DASPO si articola nell’impossibilità, per chi lo subisce, di accedere a partire da tre ore prima a due ore dopo la partita, a tutti gli impianti sportivi dove si svolgono incontri di calcio professionistico e dilettantistico, compresi gli incontri amichevoli, sia in Italia che all’estero.

Provvedimento valido anche per le stazioni ferroviarie coinvolte all’arrivo e alla partenza dei tifosi. Inoltre le aree di servizio, quando interessate dal transito delle tifoserie, e tutte le zone comprese nel raggio di un chilometro dagli stadi.