La Gas Sales Piacenza si arrende ad una Itas Trento più forte

gas sales piacenza

Dopo due tie break nelle ultime due giornate alla Gas Sales Piacenza non riesce il tris e i biancorossi si fermano sul campo di Trento. Piacenza mette in difficoltà l’Itas nel terzo parziale, allunga la gara ma torna dalla trasferta senza punti. Niente da fare per la formazione di Gardini, che solamente all’inizio della gara e poi in un ottimo terzo set è riuscita a reggere il passo dei padroni di casa, che si sono confermati una delle migliori formazioni della Superlega mantenendo l’imbattibilità dopo cinque gare disputate.

Al fischio d’inizio l’unica novità in casa emiliana è l’ingresso di Alessandro Fei per l’infortunato Gabriele Nelli, che non riesce a salutare dal campo il suo vecchio pubblico a causa della distorsione al ginocchio accusata domenica scorsa. Gli ospiti partono meglio e poi restano agganciati agli avversari fino al 7-7, quando i padroni di casa trovano il primo break che costringe Gardini a fermare il gioco sul 12-8 Trento. Ci pensa Stankovic a trascinare i compagni: muro e ace con
Piacenza che torna a tiro, quindi un Berger ispirato conclude la rimonta sul 17-17. Ma quando sembra sia l’occasione giusta per mettere la freccia ecco che i biancorossi non sfruttano una buona occasione per restare attaccati agli avversari e l’Itas si dimostra glaciale trovando il 22-17 che di
fatto difende fino al termine.

Nella seconda frazione è la squadra di Angelo Lorenzetti a lasciare inchiodata sui blocchi la Gas Sales, come conferma l’8-3 di un Vettori scatenato. A questo punto Piacenza è brava a non alzare bandiera bianca, resta a una distanza accettabile e prova ad avvicinarsi quando Trento rallenta leggermente. Ma arriva solamente fino a due lunghezze di distanza con il servizio del solito Stankovic (20-18), poi Russel cambia ritmo e porta le squadre al cambio di campo.

La reazione Gas Sales Piacenza

Sotto 2-0 la Gas Sales ha una bella reazione, inizia a razzo e trascinata da un eccellente Berger vola 7-3. Funziona bene anche la seconda linea in casa biancorossa e in questo modo è tutto più semplice. Fei trova il 12-9, ancora Berger mette a terra il 15-11 e per gli ospiti la frazione diventa totalmente in discesa fino al muro di Krsmanovic che riaccende le speranze piacentine.

Purtroppo però il sogno di portare la gara al tie break dura il tempo del cambio di campo, come conferma il 5-1 di inizio quarto set. Adesso l’Itas vola, Piacenza invece inizia ad arrancare e a nulla valgono le modifiche di Gardini che pesca a piene mani dalla panchina inserendo Botto, Yudin e Paris. Il 25-14 finale porta Piacenza già con la testa a domenica, quando al PalaBanca arriverà Monza.

Tabellino

Itas Trentino – Gas Sales Piacenza 3-1 (25-20, 25-21, 19-25, 25-14)
Itas Trentino: Giannelli 1, Russell 18, Lisinac 11, Vettori 21, Cebulj 16, Candellaro 3, De Angelis
(L), Grebennikov (L), Sosa Sierra 1, Kovacevic 0, Michieletto 0. N.E. Daldello, Codarin, Djuric.
All. Lorenzetti.
Gas Sales Piacenza: Cavanna 1, Kooy 14, Krsmanovic 8, Fei 10, Berger 10, Stankovic 12, Fanuli
(L), Scanferla (L), Botto 1, Yudin 3, Paris 0. N.E. Copelli, Tondo. All. Gardini.
ARBITRI: Zanussi, Curto. NOTE – durata set: 26′, 26′, 27′, 25′; tot: 104′.