Piacenza calcio – le novità del progetto academy biancorosso

piacenza calcio

Crescita del settore giovanile e femminile, coinvolgimento del territorio, affiliazione, prestiti e valorizzazione del movimento: tanta carne al fuoco per i più piccoli del Piacenza calcio

blank

Radio Sound blank blank blank

Nel nuovo piano industriale del Piacenza calcio svolge un ruolo fondamentlae la crescita del mondo academy: una costola molto importante se relazionata al futuro ed alla sostenibilità del club di via Gorra.

Per questo motivo i biancorossi hanno lanciato diverse iniziative legate al proprio settore giovanile

Tutto parte dal coinvolgimento diretto di Simone Di Battista e Vincenzo Manzo. Il nuovo mister, con lo staff, ed il responsabile dell’area tecnica saranno tutti i giorni a stretto contatto con l’academy per migliorarne tutti gli aspetti, e far accrescere la qualità totale.

Inoltre, c’è la volontà di intraprendere una collaborazione con diverse academy (piacentinità in primis), ed espandere il movimento in territori come il pavese, il basso lodigiano, il milanese ed il piemonte.

Sarà un rapporto di Do ut des: il Piacenza offrirà lezioni, amichevoli e presenze allo stadio Garilli ed in cambio potrà ottenere i migliori giovani dai club satellite.

Per fare calcio e crescere sportivamente è fondamentale avere 3-4 club di fiducia, in modo da produrre valore tecnico e far nascere plusvalenze. La formula perfetta non esiste, ma attraverso un lavoro accurato si può arrivare a costruire un modello vincente. Il modus operandi consisterebbe nel tesserare degli U21 di talento, per poi cederli in prestito in modo da consentire una piena maturazione sportiva. Successivamente, attraverso il ritorno in prima squadra, divenire plusvalenze.

I numeri biancorossi

Il settore giovanile vanta 400 tesserati tra ragazzi e ragazze, 70 tesserati di sport disabile tramite Dream Team, 50 tecnici ed un nucleo considerevole di Famiglie tra Piacenza e Provincia.
L’obiettivo è quello di accrescere decisamente il nucleo femminile, insieme ai progetti di inclusione e legati allo sport disabile. Per questo sarà fondamentale lavorare sul e per il territorio, inserire nuovi soci locali e partner commerciali.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank blank