Piacenza – Varesina, mercoledì pomeriggio il big match del “Garilli”

Piacenza - Varesina
Piacenza 24 WhatsApp

Il Piacenza arriva allo scontro diretto del “Garill” con un obiettivo ben preciso: chiudere in bellezza il 2023 prima della sosta natalizia e, se possibile, cercare di ridurre ulteriormente il gap con la capolista Arconatese che nell’ultimo turno si è già assottigliato a 5 lunghezze. Con la Varesina servirà una prestazione praticamente perfetta ai biancorossi per avere ragione di una corazzata.

Ascolta PIACENZA – VARESINA su RADIO SOUND
CLICCA QUI PER LO STREAMING AUDIO       

Rossini, il bello viene adesso

Il lavoro svolto da questo allenatore è sotto gli occhi di tutti. I risultati parlano per lui. L’avanzamento di D’Agostino davanti alla porta ha fruttato gol ed assist per questo giocatore che è centrale ora nel progetto. L’inserimento di Bassanini in prima squadra è stata una scommessa vinta e Napoletano potrebbe essere con il tempo una valida alternativa a Iob. Ora si pone il problema opposto a quello che il Piacenza ha avuto per tante settimane, ossia quello di avere più giocatori validi in un singolo ruolo. E qui ci vuole tutta la bravura e l’esperienza di un tecnico per fare capire anche a giocatori che sarebbero pedine inamovibili in praticamente tutte le squadre di serie D, come Recino e Corradi, che il gruppo viene al primo posto e che, nonostante le loro qualità non siano assolutamente messe in discussione, è necessario in un campionato così lungo avere più opzioni. Il giallo a Marquez ha facilitato la staffetta in attacco, ma è chiaro che l’alternanza tra questi giocatori sarà il pane quotidiano del Piacenza. Potrebbe essere un’arma in più per cambiare ritmo in corsa e spaccare le partite a patto che davvero tutti si mettano a disposizione come stanno facendo in questo momento.

Piacenza, il tallone d’Achille

Ci sono ben poche cose che non funzionano. Rossini ha ridato solidità a questa squadra, specie in fase difensiva. Il Piacenza ora concede molto poco agli avversari. Nelle ultime due gare però una piccola spia di pericolo si è accesa: i biancorossi hanno infatti segnato molto poco rispetto all’incredibile mole di gioco prodotta. I successi di misura con Castellanzese e Real Calepina (leggi qui il report) hanno certamente portato in dote 6 preziosissimi punti, ma in una gara di 90’ non riuscire a chiudere le partite può costituire un grosso problema, perché un errore in difesa può capitare anche alle migliori formazioni. Il mister lo sa bene e sta cercando di fare un ulteriore step in avanti anche su questo punto.

I “Punti di vista” di Andrea amorini

La probabile formazione

Ancora assenti lo squalificato Baudouin e l’infortunato Kernezo

Piacenza (4-4-2): Moro; Iob, Del Dotto, Silva, Artioli, Bassanini, Andreoli, Gerbaudo, Ndoye, D’Agostino, Marquez. All Rossini.

Varesina, davvero un osso duro

Il coefficiente di difficoltà della sfida del “Garilli” sarà davvero elevato per i biancorossi. La Varesina si presenterà a Piacenza da seconda in classifica e dopo una vittoria eclatante: domenica scorsa, infatti, i ragazzi di mister Marco Spilli hanno rifilato la bellezza di 4 reti ad una squadra di alta classifica come il Brusaporto. Protagonista assoluto della sfida è stato l’attaccante 25enne Carlo Manicone, autore di una tripletta. Del resto i rossoblù hanno il miglior attacco di tutto il campionato: fino a questo momento hanno totalizzato la bellezza di 45 centri dei quali 9 arrivati dai piedi di Manicone ed 8 dal compagno di reparto Marco Gasparri ed altrettanti dal centrocampista Cruz Orellana. Insomma una vera macchina da guerra, che dopo il successo di domenica è tornata seriamente ad insidiare anche il primato dell’Arconatese, riportandosi a -2 dalla vetta. Quello che colpisce è la regolarità di questa squadra: nelle ultime 7 partite sono arrivate 6 vittorie ed una sola sconfitta. Al Piacenza il difficile compito di interrompere questo percorso per raggiungere i lombardi in classifica e mettersi ancor più della scia della capolista.

L’ultimo turno di andata, girone B di serie D
mercoledì 20 dicembre, ore 14:30

Brusaporto – Castellanzese
Caldiero Terme – Villa Valle
Clivense – Arconatese
Club Milano – Folgore Caratese
Crema – Casatese
Desenzano – Caravaggio
Legnano – Ciserano
Piacenza – Varesina DIRETTA SU RADIO SOUND
Ponte San Pietro – Real Calepina
Pro Palazzolo – Tritium

La classifica

Arconatese 38; Varesina 36; Caldiero Terme 35; Pro Palazzolo e Piacenza 33; Brusaporto 30; villa valle 26; Desenzano 25; Ciserano 24; Caravaggio e Casatese 23; Clivense 22, Folgore Caratese 21; Club Milano e Real Calepina 20, Castellanzese 19; Legnano 18; Crema e Tritium 15; Ponte San Pietro 12

Radio Sound
blank blank