Via Emilia Classic, dal 15 al 16 ottobre un’altra grande novità a Piacenza Expo: “Auto e moto classiche per rivivere la nostra storia” – AUDIO

Piacenza 24 WhatsApp

La prima edizione di Via Emilia Classic è in programma a Piacenza Expo sabato 15 e domenica 16 ottobre.

Un mercatino? Un salone espositivo delle occasioni dell’usato? Un raduno di collezionisti in un luogo conosciuto per le mostre scambio? Una piazza dei ricambi originali? Una kermesse sul motorismo sportivo? Una rassegna per celebrare l’arteria stradale che ha fatto la storia nell’ultimo secolo del mototurismo? Tutto questo e altro ancora. Piacenza Expo punta a sviluppare un evento che già dalla prima edizione dovrà contenere tutte le caratteristiche per essere non solo un evento commerciale ma rappresentare una vetrina promozionale del territorio in chiave evocativa sui temi del mototurismo e del collezionismo d’epoca.

Ecco allora che dal 15 al 16 ottobre 2022, il quartiere fieristico di Piacenza ospiterà le diverse anime di una manifestazione fieristica nazionale in grado di attirare migliaia di visitatori appassionati ai temi dell’automobile e del motociclo in tutte le declinazioni. Piacenza Expo, che si avvale della collaborazione di Estrela Srls, vuole racchiudere nella “due giorni” tutte le componenti di un settore che nonostante il caro carburante mostra in questi anni molta vivacità.

Uno spazio importante verrà dedicato alle proposte di restauratori, officine e laboratori, carrozzieri e preparatori che avranno la possibilità di promuovere, nel giusto contesto, la loro arte e la loro tecnica nel recupero di esemplari unici.

Via Emilia Classic a Piacenza Expo

E’ anche vetrina commerciale per concessionari e commercianti alle prese con mercati che cambiano ma che da una mostra come questa possono trovare nuove opportunità di progresso. Un ricco mercatino dove privati collezionisti e ricambisti offriranno un catalogo di introvabili componenti per le marche più prestigiose. Via Emilia Classic ospiterà inoltre le associazioni e i sodalizi legati da una passione motoristica comune: dalla casa produttrice al tipo di veicolo fino ad arrivare al collezionismo da raduno.

Piacenza Expo e Estrela dedicheranno un focus particolare alle due ruote come simbolo di libertà: accanto alle proposte commerciali una retrospettiva sulle varie mode giovanili degli ultimi cento anni. Un vintage d’annata poi completerà la parte prettamente espositiva, in grado di evocare cosa ha rappresentato nella storia sociale ed economica di questa regione la Via Emilia. Ed allora spazio alle insegne più belle, alle targhe storiche, all’abbigliamento retrò, agli accessori per i fuori porta domenicali, a tutto quanto è stato costume di generazioni.

blank

Un weekend di storia, stile, incontri e occasioni. La Via Emilia si racconta attraverso i motori e gli oggetti di oggi e di ieri. Lo fa in grande stile perché accanto al momento di scambio commerciale deve emergere il senso ancora attuale di una destinazione Emilia che produce una qualità della vita invidiabile e un indotto significativo legato alla passione dei motori.

Da non dimenticare le iniziative collaterali dedicate alla rievocazione delle trattorie emiliane oggi rappresentate dallo Street Food del Tipico come l’attenzione per alcune retrospettive dedicate ai motori agricoli molto attivi nella Food Valley Italiana e ai camion che hanno trasportato il PIL del boom economico. Spazio infine al futuro con i percorsi di educazione stradale per i bambini, nell’area esterna attrezzata, che Piacenza Expo ha inteso predisporre per promuovere la cultura della buona strada fatta di norme, rispetto e formazione.

LA PRESENTAZIONE E LE ASSOCIAZIONI COINVOLTE

Un nuovo evento fieristico di Piacenza Expo interamente dedicato al mondo delle due e delle quattro ruote, ai motori d’epoca, al motorismo sportivo e al mototurismo. E’ VIA EMILIA CLASSIC, la rassegna che prenderà vita sabato 15 e domenica 16 ottobre sugli oltre ventimila metri quadrati di area espositiva, indoor e outdoor, del quartiere fieristico di Le Mose.

Presentata oggi nella Sala Consiliare del Comune di Piacenza – socio di maggioranza di Piacenza Expo – dall’Assessore al Commercio, Simone Fornasari, dall’Amministratore Unico di Piacenza Expo, Giuseppe Cavalli, e dal Direttore Sergio Copelli, “Via Emilia Classic” nasce grazie alla collaborazione operativa dei numerosi club e associazioni motoristiche piacentine.

blank

“Come Amministrazione comunale – ha sottolineato l’Assessore Fornasari – vogliamo ringraziare Piacenza Expo non solo per aver arricchito l’offerta fieristica, ma anche per la sua capacità di mettere in campo eventi nuovi, accattivanti e attrattivi per il nostro territorio”. Organizzata con il sostegno della Camera di Commercio di Piacenza, l’apporto organizzativo di Estrela e il patrocinio di ACI Piacenza, Destinazione Turistica Emilia, Club piacentino auto e moto d’epoca e della Federazione Motociclistica Italiana, “Via Emilia Classic” sottolinea a pieno titolo l’apporto del territorio piacentino alla Motor Valley Emiliana.

“Abbiamo voluto organizzare un evento – ha precisato Cavalli – frutto della trentennale esperienza accumulata da Piacenza Expo nel mondo dei motori d’epoca e sportivi, proponendo una nuova fiera con nuovi attori, nuovi protagonisti e scenari completamente nuovi. Una fiera con spazi commerciali ma anche con settori per appassionati e collezionisti, che a Via Emilia Classic potranno trovare pezzi di ricambio, oggetti iconici e anche interfacciarsi con quel mondo fatto di artigiani del restauro che comprende tappezzieri, carrozzieri, meccanici e preparatori. E’ la terza fiera nuova nel calendario 2022 di Piacenza Expo dopo Hydrogen Expo e Mi piace crea. Nonostante il difficile periodo continuiamo a lavorare per arricchire la nostra offerta fieristica”.

Un intenso weekend dedicato al mondo dei motori, ulteriormente impreziosito da un ricchissimo programma di eventi collaterali.

“Sia al sabato che alla domenica – ha evidenziato il Direttore Copelli – ci saranno match-race per gli appassionati sportivi e di regolarità, prove pratiche con le moto elettriche della Federazione Motociclistica Italiana, convegni sull’educazione stradale riservati agli studenti, ma anche la possibilità di visitare due interessanti mostre fotografiche, una dedicata al debutto sportivo della Ferrari al Circuito di Piacenza del 1947, e l’altra sull’evoluzione della Via Emilia con immagini d’epoca che ne documentano i cambiamenti temporali. Doveroso un ringraziamento ai club e alle associazioni motoristiche piacentine, che hanno fornito un apporto fondamentale, e al Centro Porsche Piacenza Iperauto, main sponsor di questa due giorni dedicata al mondo delle due e delle quattro ruote sportive e d’epoca”.

Radio Sound
blank blank