Sport di contatto, ancora nulla di fatto in Emilia Romagna. Gionelli (Coni): “E’ un tira e molla un po’ stancante” – AUDIO

Sport di contatto, ancora nulla di fatto

Ripresa degli sport di contatto, la Regione Emilia Romagna nega ancora il via libera a discipline come ad esempio il calcio, basket, arti marziali o pallavolo. Eppure si tratta di attività sportive invece concesse in altre regioni come la vicina, a Piacenza, Lombardia.

Il delegato del Coni di Piacenza Roberto Gionelli è intervenuto sul tema a Radio Sound

blank

Radio Sound blank blank blank

Mi sembra un tira e molla un po’ stancante. Infatti credo che la situazione sanitaria stia andando in un certo modo, altrimenti le altre regioni non avrebbero preso la decisione di ridare il via agli sport di contatto. Comunque la tutela della salute viene prima di tutto, lo sto dicendo dallo scorso febbraio, ma la frase “piuttosto che niente… piuttosto” non mi appartiene. In particolare credo sia meglio riprendere quando ci sono tutti i presupposti per farlo. Faccio un esempio, nella vicina Lombardia si può giocare a basket ma con i guanti e senza difesa a uomo, questo vuol dire snaturare la disciplina sportiva. Nessuno controllerà nei campetti la difesa a uomo. Poi l’altra cosa grave è che in Emilia queste discipline non sono formalmente concessi, ma poi lo sappiamo benissimo che nei parchi, sulle spiagge si fa tranquillamente questo tipo di sport chiamato di contatto. A questo punto sarebbe meglio disciplinare le cose in maniera uniforme.

Sport di contatto, ancora nulla di fatto in Emilia Romagna. Gionelli (Coni): “E’ un tira e molla un po’ stancante” – AUDIO

Coronavirus, nuova Ordinanza

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank blank