Emilia Romagna in zona bianca da lunedì, Donini: “Senso di responsabilità, la pandemia c’è ancora” – LE REGOLE

E’ ufficiale, l’Emilia Romagna sarà in zona bianca già da lunedì 14 giugno. Lo annuncia l’assessore regionale Raffaele Donini. “I dati sono in netto miglioramento e avremo la zona bianca sicuramente da lunedì”.

blank

L’assessore comunque lancia un appello a mantenersi responsabili: “Dobbiamo godere di questa libertà con un senso di responsabilità che tenga conto del fatto che la pandemia c’è ancora”.

Zona bianca: le regole

Cosa potranno dunque fare da oggi le regioni entrate in zona bianca? Vediamo insieme le poche regole tenendo presenti che obbligo di mascherine e distanziamento restano.

Coprifuoco. La prima grande novità è che non c’è più il coprifuoco. Ci si potrà quindi spostare senza limitazioni di orario.

Visite a parenti e amici. Una limitazione resta: si potrà andare a trovare parenti e amici in un massimo di sei persone oltre i figli minorenni.

Piscine al chiuso. Mentre in zona gialla riapriranno il primo luglio, in zona bianca riaprono sempre rispettando i protocolli di sicurezza.

Bar e ristoranti. All’aperto nessun limite alle tavolate. All’interno allo stesso tavolo al massimo sei persone. Limitazione che non vale nel caso di due nuclei familiari.

Sale giochi e scommesse. Riaprono.

Cerimonie e banchetti. Possibili in zona bianca i banchetti sdopo le cerimonie civili o religiose (matrimoni o cresime per esempio). Ma i partecipanti devono avere il green pass.

Feste. Restano vietate

Discoteche. Per ora vietato ballare in pista.

Parchi divertimento. In zona bianca possono riaprire i parchi divertimento e i parchi a tema.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank