Aveva assunto droga e alcol il 24enne al volante dell’auto pirata che ha travolto il ciclista in via Giordani

droga e alcol

Aveva assunto droga e alcol il 24enne al volante dell’auto pirata. Questo il responso delle analisi del sangue del giovane che ha provocato gli incidenti di via Giordani e via Nasolini.

Intanto rimangono gravissime le condizioni del ciclista 32enne investito e portato successivamente al Policlinico di Modena. Inoltre rimangono in gravi condizioni anche la 18enne e il 23 enne che si trovavano nel veicolo condotto dal 24enne.

La vicenda avvenuta la notte del 10 marzo

Tutto è iniziato intorno alle 2. Il 24enne aveva appena trascorso una serata insieme a tre amici: due ragazze di 18 anni e un ragazzo di 23 anni. Usciti dal locale, i giovani sono saliti sulla Seat Leon del 24enne che si è messo al volante. Ed è iniziato l’incubo. Il 24enne ha lasciato piazza Sant’Antonino e ha imboccato via Giordani a folle velocità.

Prioprio nei pressi della scuola l’autista ha travolto un ciclista di 32 anni che stava pedalando insieme alla sua fidanzata. Nonostante l’impatto il conducente non si è fermato e ha raggiunto via IV Novembre. Ha imboccato la rotonda e ha proseguito la corsa in via Nasolini. Lì però il 24enne ha perso il controllo della vettura è si è schiantato contro un albero a tutta velocità.

Nell’impatto il ragazzo, scoperto poi alla guida con droga e alcol nel sangue, ha riportato solo qualche escoriazione.